rotate-mobile
Economia

Crisi di Governo, Confindustria: "Imprenditori increduli, fase troppo complessa per permetterci battute d'arresto"

Il presidente Bozzi: "I rincari energetici e delle materie prime stanno mettendo a dura prova la tenuta del sistema produttivo, mentre l’inflazione è tornata a correre erodendo il potere d’acquisto dei lavoratori ed i mercati registrano forti tensioni"

Anche Confindustria Romagna esprime la propria forte preoccupazione in merito all’attuale crisi di Governo. “Gli imprenditori della Romagna - dichiara Roberto Bozzi, Presidente di Confindustria Romagna - assistono increduli e preoccupati agli sviluppi politici degli ultimi giorni. La complessità della fase attraversata dal Paese impone il massimo senso di responsabilità da parte di tutte le forze politiche. I rincari energetici e delle materie prime stanno mettendo a dura prova la tenuta del sistema produttivo, mentre l’inflazione è tornata a correre erodendo il potere d’acquisto dei lavoratori ed i mercati registrano forti tensioni".

Per queste ragioni, spiega Bozzi, "auspichiamo che l’azione del Presidente Draghi possa proseguire per il bene del Paese, delle imprese, dei lavoratori, delle famiglie italiane. Gli obiettivi che abbiamo di fronte - l’implementazione del Pnrr, la legge di bilancio, il completamento delle riforme strutturali, solo per ricordarne alcuni - sono troppo importanti per poterci permettere delle battute d’arresto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi di Governo, Confindustria: "Imprenditori increduli, fase troppo complessa per permetterci battute d'arresto"

RiminiToday è in caricamento