Crisi, lievi segnali di speranza: inversione di tendenza per il fatturato

"Da questa nostra indagine - ha commentato Paolo Govoni, Presidente Cna Emilia Romagna – comincia ad emergere qualche aspetto positivo come non ricordavamo da tempo"

Il 2014 per le piccole medio imprese riminesi si è chiuso con una decisa inversione di tendenza per il fatturato: quello complessivo cresce del 6,2%,quello interno del 6%, quello realizzato per conto terzi del 4,6%. E’ questa la sintesi dell’analisi congiunturale sull’Osservatorio TrendER per il secondo semestre 2014, presentata giovedì in un convegno da Cna Emilia Romagna nella sede della Federazione BCC Emilia Romagna a Bologna.

"Tornano a calare gli investimenti (-40%) dopo la crescita di inizio 2014 e calano ancora con decisione sia le spese per retribuzioni (-20,6%) sia quelle per consumi (-13,1%). Calano ancora le spese per assicurazioni (-12,8%). La ripresa di fine 2014 è tutta ascrivibile alle costruzioni, il cui fatturato cresce del 26,2%. E’ ancora in difficoltà il manifatturiero (-8,2%), mentre il terziario, dopo la lieve crescita di inizio 2014, registra nella seconda metà dell’anno una sostanziale tenuta (-0,8%) dovuta, ancora una volta, al progresso del settore dei trasporti (+4,4%) che compensa la perdita di fatturato dei servizi a famiglie e persone (-5,7%) e delle riparazioni veicoli (-13,2%)".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tra le manifatture, i dati disponibili a livello settoriale sul fatturato, sono statisticamente affidabili solo per sistema moda che vede accentuarsi le sue difficoltà (-20,8%) mentre le trasformazioni alimentari riprendono a crescere seppure moderatamente (+1,1%)", si legge nel rapporto. "Da questa nostra indagine - ha commentato Paolo Govoni, Presidente Cna Emilia Romagna – comincia ad emergere qualche aspetto positivo come non ricordavamo da tempo. Soprattutto si evidenzia finalmente un’inversione di tendenza. Sarebbe però un errore pensare che la ripresa possa arrivare spontaneamente. C’è ancora molto lavoro da fare per Cna a fianco delle sue imprese, occorre che la politica e le Amministrazioni agiscano per sostenere l’imprenditoria: agevolando l'accesso al credito, semplificando la burocrazia, favorendo l'innovazione delle piccole imprese, regolando un mercato degli appalti che non penalizzi i piccoli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento