Giovedì, 24 Giugno 2021
Economia

Dal sogno all'impresa: un centinaio di studenti si mettono alla prova

Successo per il primo atto di "Startup Weekend" che ha visto coinvolti circa cento studenti delle scuole superiori del territorio

Formazione, giovani e imprese. Questi gli ingredienti del primo atto di Startup Weekend, l'appuntamento organizzato lo scorso fine settimana da Fattor Comune, in sinergia con RivieraBanca e Uni.Rimini, il Techstars Startup Weekend. Una tre giorni che ha visto coinvolti gruppi di studenti delle classi quarte e quinte di alcune scuole superiori del territorio, per una durata complessiva di 54 ore. La ciliegina sulla torta è stata la presenza di Google for startup, che ha reso l’evento di rilevanza, oltre i confini locali. Obiettivo degli organizzatori è stato quello di offrire uno spaccato del viaggio di un’idea dal sogno al mercato, ma anche di allenare le abilità relazionali necessarie a ogni progetto di squadra. Applicare il sapere al fare, apprendere strumenti nuovi, incontrare professionisti, mentor e tutor per trasformare idee da immaginate in realizzate, sono alcuni dei propositi dell’iniziativa.

I partecipanti all'evento sono stati circa 100 ragazzi di tre istituti superiori (Istituto Rino Molari di Santarcangelo di Romagna, Istituto Tonino Guerra di Novafeltria, Liceo Scientifico, Musicale e Coreutico Guglielmo Marconi di Pesaro), ma in totale, considerati mentor e giudici, organizzatori e persone coinvolte, sono state sfiorate le 200 presenze. Nella fattispecie sono state proposte oltre 20 idee che nel percorso si sono trasformate in 9 progetti: Help for earn, Food & Art, Fit-Food, Questionmark, Hyggie, Meetintravel, Hair choice, Your school bag, Uni per tutti. “Food & Art” è il progetto vincitore della 1^ straordinaria edizione del Techstars Startup Weekend Rimini. La giuria dell'evento, ha ritenuto che la migliore idea fosse la soluzione che propone di connettere il cibo alla cultura, proponendo itinerari guidati e consigliati e offrire esperienze uniche nel suo genere valorizzando così l’immenso patrimonio del nostro paese. Al 2° posto si è classificato il team di Hyggie che proponeva un’applicazione che fa dell’inclusione la parola chiave principale; al 3° invece Your School Bag, progetto di sostegno agli studenti e alle scuole tramite l’installazione di distributori automatici.

startup weekend-2

Tutti i partecipanti hanno affermato di aver preso parte ad una esperienza unica nel suo genere e di aver trascorso tre giorni in un'atmosfera di collaborazione, che ha permesso di crescere in conoscenza sui tanti strumenti utilizzati e sul mondo del lavoro in un momento importante del loro percorso. 

"Ho sempre affermato che RivieraBanca, quale banca locale di credito cooperativo, debba pensare, oltre ai numeri fine a sè stessi, anche al territorio, con una funzione sociale, che di questi tempi assume un aspetto ancora più rilevante - afferma Fausto Caldari, presidente di RivieraBanca - Ho sempre combattuto per sostenere i giovani e principalmente la loro formazione, poiché rappresentano il futuro. Sono convinto che questo progetto vada in questa direzione riuscendo a coniugare innovazione, formazione e mondo imprese a favore di un unicum: il nostro territorio".

Gianluca Metalli, Ceo di Fattor Comune evidenzia come l'iniziativa sia stata la conferma "che la collaborazione genera crescita diffusa e semina esperienze fondamentali per i giovani che li avvicina al mondo del lavoro e per le aziende che attraverso le idee e le nuove prospettive possono innovare. I feedback ricevuti dai ragazzi, dai docenti e dai professionisti che hanno partecipato stimolano a proseguire su questa strada. Iniziative come queste infatti rappresentano i valori della innovation community di Fattor Comune, cioè quella di aiutare, attraverso l'innovazione, le aziende, i giovani e tutto il nostro territorio a crescere".

Matteo Merlini, che operativamente ha seguito il progetto per RivieraBanca evidenzia: "Credo fortemente nell'innovazione di nuovi progetti Scuola-Lavoro e penso che l'efficacia della scuola dipenda non solo dalla qualità della didattica e della ricerca che si sviluppa all'interno, ma anche dal rapporto che i professori e il personale scolastico sanno costruire nel territorio”.

Tutti i ragazzi hanno ricevuto le magliette dell’evento, gli attestati di partecipazione e crediti per utilizzare strumenti cloud di Google mentre i primi tre classificati in premio accessori informatici, muose, tastiere, webcam e zainetti. La giuria di Techstars Startup Weekend Rimini era formata da dirigenti, manager e imprenditori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal sogno all'impresa: un centinaio di studenti si mettono alla prova

RiminiToday è in caricamento