Giovedì, 24 Giugno 2021
Economia

Dall'Ente bilaterale del terziario nuovi fondi per imprese e lavoratori

Dopo le oltre 1.000 domande del 2020, con 160.000 euro messi a disposizione risorse per welfare e interventi per le ditte destinati a rafforzare le misure di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro

L'Ente bilaterale territoriale del Terziario della provincia di Rimini rinnova il suo impegno in sostegno a imprese e lavoratori anche nel 2021. Dopo le oltre 1.000 domande del 2020, con 160.000 euro messi a disposizione, l'Ente rende infatti disponibili "nuovi fondi" per il sostegno al reddito e al welfare dei lavoratori, e "interventi per le aziende destinati a rafforzare le misure di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro". In particolare gli interventi a sostegno del reddito dell'ente formato da Confcommercio e dai sindacati Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil, riguardano la riduzione dell'attività lavorativa conseguente all'emergenza epidemiologica in assenza o esaurimento di ammortizzatori sociali e un contributo solidaristico in presenza di ammortizzatori sociali. Come interventi straordinari di welfare sono stati individuati l'assistenza genitoriale al figlio minore, il contributo per congedo Covid-19 non retribuito e il rimborso spese strumentali per i lavoratori in smart working. L'accordo territoriale è in linea con quanto definito a livello nazionale che comprende prestazioni di sostegno e interventi per misure di rafforzamento della prevenzione e la sicurezza nei luoghi di lavoro in attuazione dei protocolli in materia di Covid-19. Per beneficiarne è necessario che le aziende aderiscano all'Ebc. "Siamo soddisfatti di poter riproporre le misure straordinarie a sostegno dei lavoratori e delle imprese anche nel 2021, grazie al rinnovo dell'accordo quadro a livello nazionale", commenta il presidente Gianluca Bagnolini.

Come parti sociali territoriali, aggiunge, "abbiamo messo nero su bianco velocemente le misure degli interventi specifici, che testimoniano ulteriormente l'importanza della bilateralità". L'obiettivo è superare le 1.000 domande accolte sulla provincia di Rimini nel 2020. Il vicepresidente Gianni Indino sottolinea che le misure messe in campo l'anno scorso hanno avuto "un enorme successo e ne siamo particolarmente lieti, perché conferma come ancora una volta questo Ente si sia adoperato". Con le prestazioni straordinarie attivate per l'emergenza pandemica sono stati erogati, ricorda, oltre 160.000 euro, per le imprese "un piccolo aiuto, ma pensando anche ai ristori arrivati dalle istituzioni, siamo soddisfatti dell'impegno che abbiamo profuso e riversato sul nostro territorio".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'Ente bilaterale del terziario nuovi fondi per imprese e lavoratori

RiminiToday è in caricamento