Dalla Provincia parte la raccolta degli indicatori per superare il Pil

Il progetto, inserito tra le attività del Programma statistico Nazionale, ha l’obiettivo di costruire un sistema informativo statistico sul Benessere Equo e Sostenibile con la finalità di supportare l’attività amministrativa

Su sollecitazione dell’Unione Province Italiane e del Coordinamento degli Uffici Statistici delle Province, la Provincia di Rimini ha aderito al progetto “Analisi e ricerche per la valutazione del benessere equo e sostenibile delle Province” coordinato dalla Provincia di Pesaro-Urbino in collaborazione con l’Istat. Il progetto, inserito tra le attività del Programma statistico Nazionale, ha l’obiettivo di costruire un sistema informativo statistico sul Benessere Equo e Sostenibile con la finalità di supportare l’attività amministrativa e di governance locale con informazioni mirate per la partecipazione e l’accountability (capacità di un sistema di identificare un singolo utente, di determinarne le azioni e il comportamento all'interno del sistema stesso).

La misurazione del benessere equo e sostenibile (derivata da un’iniziativa del Cnel e dell’Istat) si inquadra nel dibattito internazionale sul cosiddetto “superamento del Pil”, stimolato dalla convinzione che i parametri sui quali valutare il progresso di una società non debbano essere solo di carattere economico, ma anche sociale e ambientale, corredati da misure di eguaglianza e sostenibilità.

In questo contesto, il Coordinamento degli Uffici di statistica delle Province Italiane ha costituito un gruppo di lavoro per dare la più ampia diffusione al progetto chiedendo l’adesione formale al progetto stesso con l’obiettivo di realizzare un sistema sul BES di livello provinciale. L’attività sarà svolta dall’Ufficio Statistica della Provincia di Rimini che sarà supportata metodologicamente e tecnicamente dall’Ufficio Regionale dell’Istat. Il piano della attività prevede la presentazione del set di indicatori per le Province entro fine 2013.

“Tale attività - ha sottolineato Juri Magrini, assessore provinciale agli Osservatori statistici -, sostenuta metodologicamente dall’Istat ,non comporterà alcun impegno di spesa e permetterà di implementare un sistema aggiornabile indipendentemente dai prossimi assetti organizzativi della pubblica amministrazione. Infatti, l’impegno dell’ufficio Statistica sarà rivolto alla predisposizione di un impianto metodologico di indicatori, atti ad analizzare gli elementi che identificano il benessere equo e sostenibile per i territori oggetto di studio”. Attualmente le Province aderenti al progetto sono oltre 20. Per saperne di più: www.besdelleprovince.it https://www.misuredelbenessere.it/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento