Despar dà i numeri su Rimini: "Qui la metà dei nuovi negozi indipendenti in E-R"

“Cresciamo, ma vogliamo crescere secondo il nostro stile" ha dichiarato l’ad Francesco Montalvo durante in conferenza stampa per l'Emilia Romagna

Despar debutta in Emilia-Romagna, territorio "non facile" come lo definisce in conferenza stampa l’ad Francesco Montalvo, ma che ha risposto al progetto di espansione dell'insegna.  Il marchio della GDO cresce dunque (anche) in Emilia Romagna: tra il 2015 e il 2017 il numero dei dipendenti in regione è aumentato del 40% e il fatturato al pubblico delle filiali Despar, Eurospar e Interspar ha segnato un +25% . Con 59 punti di vendita (42 dei quali gestiti da dettaglianti indipendenti, associati alle insegne Despar e Eurospar), Aspiag Service (concessionaria dei marchi Despar per il Triveneto e l’Emilia Romagna) non nasconde le sue ambizioni di crescita: “Ma vogliamo crescere secondo il nostro stile – ha dichiarato l’ad Francesco Montalvo durante in conferenza stampa a Bologna – e cioè nutrendo il territorio che nutre noi: generando posti di lavoro, indotto, ma anche buone relazioni . Non siamo il colosso che opta per le grandi superfici, amiamo lavorare anche sul piccolo”.

Ed è infatti il caso di Rimini, quello dei piccoli, dei dettaglianti: 4 delle 8 nuove aperture dell’anno sono proprio a Rimini. “Siamo un’azienda che punta molto sui negozi di vicinato, di cui riconosciamo il valore sociale oltre che commerciale”, questa la filosofia raccontata in questa occasione di incontro pubblico. 

I DATI DEL 2017. Aspiag Service (concessionaria Desparper Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Emilia Romagna) archivia il 2017 con un incoraggiante +4,5% registrato dal fatturato al pubblico rispetto all’anno precedente. La performance del marchio con l’abete rispecchia un andamento positivo della GDO, amplificandolo notevolmente: stando ai dati divulgati da ISTAT lo scorso 7 febbraio, infatti, nel 2017 la grande distribuzione ha segnato un incremento complessivo del 1,4% rispetto al 2016, con gli ipermercati sostanzialmente stabili (+0,1%), mentre crescono i supermercati (+1,2%) e ancora di più i discount, che segnano un deciso +3,2% (fonte dati: Istat, Commercio al dettaglio, Dicembre 2017).

Il fatturato complessivo al pubblico di Aspiag Service si è ormai stabilmente attestato sopra la soglia dei 2 miliardi di euro, e ha raggiunto nel 2017 quota 2,16 miliardi. E anche il numero delle donne e degli uominidi Aspiag Service è cresciuto: i 7.568 collaboratori di fine 2016 sono diventati 7.832 dodici mesi più tardi, con la creazione di 264 nuovi posti di lavoro. Buona parte delle nuove assunzioni sono frutto dell’intenso programma di sviluppo di Despar nel corso dell’anno: l’azienda, infatti, ha inaugurato 21 punti vendita, tra filiali dirette e negozi affidati a dettaglianti associati, e ne ha ristrutturati altri 10, per un investimento complessivo di oltre 52 milioni di euro.

IMPORTANZA ANCHE AL FATTORE SOCIALE. Tredici nuove aperture e cinque ristrutturazioni riguardano il settore dei dettaglianti associati alle insegne Despare Eurospar. A fronte della chiusura di alcuni market più piccoli e datati, infatti, il settore dei ‘negozi sotto casa’ resta uno dei punti di forza di Aspiag, che continua a investire nei punti vendita di vicinato, dando fiducia ai piccoli imprenditori e confermandone l’importanza sociale oltre che commerciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento