rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Economia

Elezioni Rsu, la Cgil si conferma nei comuni. "Al lavoro per innovare la pubblica amministrazione"

Cgil si riconferma primo sindacato nei Comuni: Rimini 51,78%, Riccione 48%, Santarcangelo 77,55%, Bellaria 45,79%, San Giovanni 55,26%, Cattolica con il 62,9%, Misano con 82,89%, Asp con il 91,30%, Coriano 63,63%

Si sono svolte le elezioni per le Rappresentanze Sindacali Unitarie (Rsu) in tutti i luoghi di lavoro pubblici, il voto ha interessato i lavoratori, che operano in aziende sanitarie pubbliche, autonomie locali, funzioni centrali (Enti Pubblici Non Economici, Agenzie Fiscali e Ministeri). Alta affluenza al voto  ben oltre il 69% degli aventi diritto e in linea rispetto al 2018 nonostante gli oltre due anni di pandemia e i tanti casi che si registrano tuttora nei posti di lavoro. Un dato fondamentale che esalta il valore della democrazia all'interno dei luoghi di lavoro.

La qualità dei servizi pubblici passa attraverso la qualità del lavoro e la valorizzazione di coloro che garantiscono “per tutti, tutti i giorni” diritti costituzionalmente garantiti. Nei comparti di contrattazione, la Fp Cgil, nonostante il proliferare di molte sigle autonome, corporative e professionali, si conferma in sanità negli ospedali di Riccione, Cattolica, Santarcangelo e soprattutto al Colosseo il primo sindacato. C’è soddisfazione per il risultato complessivo negli Enti Locali dove la Cgil si riconferma il primo sindacato nei Comuni di: Rimini 51,78%, Riccione 48%, Santarcangelo 77,55%, Bellaria 45,79%, San Giovanni  55,26%, Cattolica con il 62,9%, Misano con 82,89%, Asp con il 91,30%, Coriano 63,63%.

"Ringraziamo le lavoratrici e i lavoratori che con il loro voto hanno rinnovato la fiducia nei nostri valori riconoscendosi nella Cgil come il sindacato che ogni giorno rappresenta tutti - scrive il sindacato -. Questo risultato ci spinge ad affermare ancora una volta che il cambiamento è possibile, che è possibile innovare la pubblica amministrazione, a partire dal basso, dai luoghi di lavoro, da tutti coloro che hanno scelto di partecipare a questa grande occasione democratica, grazie al loro voto e all'impegno assunto da chi si è proposto come rappresentante delle lavoratrici e dei lavoratori nella tutela dei loro diritti, della partecipazione e della democrazia".

Cgil Scuola

A scrutinio concluso Cgil si conferma il primo sindacato nella scuola statale, non solo a livello nazionale, ma anche a Rimini dove registra un balzo in avanti che sfiora il 9% dei consensi in più rispetto alla tornata del 2018. Il 38% degli elettori, con un’affluenza media alle urne superiore al 64% degli aventi diritto, ha scelto la Flc eleggendo i loro rappresentanti in 37 sedi su 39 nella provincia. "Un consenso strutturato che ci ha permesso di ampliare in modo capillare la nostra rappresentatività rispetto alla precedente tornata e conquistare la maggioranza dei seggi in 10 istituzioni scolastiche - scrive la Cgil -. In totale sono 53 le Rsu elette fra personale docente e Ata, cui si aggiunge un rappresentante al Conservatorio G.Lettimi".

"Sicuramente un prezioso riconoscimento per il ruolo e i valori della Flc da parte delle lavoratrici e dei lavoratori di un comparto che ha sofferto profondamente per la pandemia, che ha dovuto ripensare e riorganizzare la didattica, gli spazi, l’accoglienza e le relazioni a causa del distanziamento e che ancora una volta è in prima linea con l’accoglienza dei giovanissimi profughi ucraini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Rsu, la Cgil si conferma nei comuni. "Al lavoro per innovare la pubblica amministrazione"

RiminiToday è in caricamento