"Estate 2018 ok", l'assessore Caldari analizza le statistiche del turismo a Riccione

Presentati da Federalberghi Riccione i dati dell’Osservatorio turistico Luigino Montanari: "Per il 44% è andata meglio del 2017"

Sono stati presentati martedì, da Federalberghi Riccione, i dati dell’Osservatorio turistico Luigino Montanari che, come sottolinea l'assessore al Turismo della Perla Verde Stefano Caldari, sono "Uno strumento sempre molto utile per comprendere l’andamento dell’economia turistica della città e leggerne meglio le dinamiche". Per il responsabile del turismo dell'amministrazione riccionese "Si può sicuramente affermare è che l’estate 2018 per la destinazione Riccione è stata positiva in attesa dei dati dell’Osservatorio statistico regionale". Sulla base dei questionari forniti dagli albergatori, Caldari traccia "una stagione in linea con quella del 2017, stimata unanimemente la migliore degli ultimi anni. Il 53% degli intervistati definisce l’estate “discreta” mentre il 44% la giudica addirittura migliore di quella precedente".

"Sono dati - analizza l'assessore - che confermano la percezione che avevamo, anche a fronte di dichiarazioni preoccupate (se non a tratti allarmistiche) o performance di altre destinazioni non troppo positive. In particolare, i numeri provvisori di settembre - fonte Osservatorio statistico regionale – del comparto alberghiero fanno segnare un +15,9% per gli arrivi e un +3,7% per i pernottamenti, dati molto buoni che inducono una riflessione doverosa su questo mese, da considerare a pieno titolo estivo e non marginale, da condividere quanto prima con gli operatori turistici in termini di strategia e modalità di rimodulazione e riorganizzazione. Altri dati che ripagano l’impegno e gli investimenti dell’amministrazione e confermano che la strada intrapresa è giusta sono sicuramente quelli relativi al periodo natalizio e pasquale con un incremento costante del tasso di occupazione delle strutture alberghiere nonostante per esempio la Pasqua 2018 fosse a fine marzo. La congiuntura economica in questa fase non è affatto semplice e non lasciamo che i risultati, per quanto soddisfacenti, ci invitino a rallentare, anzi".

"Sia dal punto di vista strutturale – conclude Caldari - il nuovo disegno di città, la riqualificazione dei viali del quadrilatero del centro e dell’area del porto, l’impiantistica sportiva, l’arredo urbano e i servizi, che della programmazione del palinsesto eventi il nostro impegno è più forte. Avremo un 2019 che sul fronte degli appuntamenti sportivi sarà straordinario, a partire dalla data del Giro d’Italia, un segmento di mercato, quello del turismo sportivo appunto, che da sempre ci contraddistingue e che vogliamo con forza continuare ad affermare investendo e costruendo sinergie virtuose che portano a questi traguardi. Così come sono virtuose quelle messe in campo con Trenitalia che, per la prima volta, dopo la fermata dei Frecciarossa estivi, sarà a Riccione con i Frecciabianca da Torino, Milano e Venezia nel periodo natalizio. Tra pochi giorni presenteremo il Natale a Riccione. Sentiamo che c’è molta attesa, la avvertiamo crescere di anno in anno e non deluderemo le aspettative".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento