Economia

Fusione fiere Rimini-Bologna, Ieg: "Impossibile l'operazione nei tempi auspicati"

La società quotata che controlla le fiere di Rimini e Vicenza spiega che l'intoppo è dovuto alle elezioni che "comporteranno la sospensione dell'attività amministrativa degli organi deliberativi dei soci pubblici"

Tra Ieg e Bologna Fiere l'aggregazione non è possibile in questo momento. Lo spiega in una nota Italian Exhibition Group, società quotata che controlla le fiere di Rimini e Vicenza. "Purtroppo non è possibile portare a compimento il processo di aggregazione con Bologna Fiere nei tempi auspicati, anche tenuto conto delle imminenti elezioni amministrative a cui si stanno accingendo alcuni degli azionisti di riferimento delle società, che comporteranno la sospensione dell'attività amministrativa dei loro organi deliberativi", dice. Ad ogni modo, Ieg è convinta, "sull'esperienza del positivo lavoro compiuto fino ad ora", della "assoluta validità industriale del progetto strategico di aggregazione delle due fiere e continuerà a valutare la fattibilità del percorso di integrazione successivamente all'insediamento dei nuovi consigli dei Comuni di Rimini e Bologna, rispettivamente tra gli azionisti di riferimento di Ieg e Bologna Fiere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusione fiere Rimini-Bologna, Ieg: "Impossibile l'operazione nei tempi auspicati"

RiminiToday è in caricamento