menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fusione tra le fiere di Rimini e Bologna, ore cruciali nel capoluogo felsineo

Bonaccini: "Batteremo pugni col governo per ciò che è dovuto". Calzolari: "Grande progetto

A poche ore dal vertice istituzionale che dovrebbe far fare un altro passo alla fusione tra la Fiera di Bologna e quella di Rimini, il presidente della Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, bussa di nuovo alla porta del Governo perchè venga in aiuto del sistema fieristico italiano messo in ginocchio dalla pandemia. "Come presidenti delle tre Regioni che ospitano l'80% del volume economico delle fiere, Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia, abbiamo chiesto al Governo una mano", ricorda Bonaccini a margine della presentazione del Salone nautico che si svolgerà a Bologna dal 17 al 25 ottobre. "Ho fiducia che il ministro Gaultieri, che ha dimostrato attenzione, quella mano la tenda davvero. Stiamo già lavorando con Cassa depositi e prestiti. È evidente che il governo e il Paese non si possano permettere che i sistemi fieristici italiani non funzionino", ammonisce Bonaccini. "Parliamo di un settore strategico, ci aspettiamo quello che riteniamo ci sia dovuto, perchè non è nell'interesse di Bologna e dell'Emilia-Romagna, è nell'interesse dell'Italia", sostiene il governatore. "Voglio essere fiducioso, se c'è bisogno batteremo i pugni sul tavolo, ma presumo che troveremo al più presto una soluzione", assicura Bonaccini, che stasera incontrerà il sindaco di Bologna, Virginio Merola, e quello di Rimini, Andrea Gnassi, per far avanzare il progetto di integrazione tra in quartieri delle due città. "Abbiamo alcune tra le fiere principali a livello nazionale ed europeo. Il fatto che Rimini e Bologna vogliano stare insieme è musica per le orecchie della Regione che ha sempre chiesto ai quartieri di collaborare piuttosto che competere", conclude.

Dall'incontro di questo pomeriggio tra la Regione e i Comuni di Rimini e Bologna, Gianpiero Calzolari, numero uno della Fiera di Bologna, si aspetta "indicazioni precise" sulla fusione tra i due quartieri espositivi. "La fusione con Rimini è un grande progetto sul quale stiamo lavorando su indicazione delle due proprietà: le difficoltà collegate all'emergenza covid penso non debbano distrarci da questo obiettivo. Fare integrazione nei momenti di difficoltà è una delle modalità con cui si affrontano momenti di crisi, rafforzandosi per quando l'economia ripartirà", conclude Calzolari a margine della presentazione del Salone nautico in programma a Bologna dal 17 al 25 ottobre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ritenzione idrica: come eliminarla in poche mosse

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento