Giornalisti olandesi nelle valli riminesi per promuovere il territorio

Da domenica 18 settembre a mercoledì 21 alcuni giornalisti della rivista olandese Italie Magazine hanno scelto la Provincia di Rimini, e in particolare i territori della Valconca e della Valmarecchia, per alcuni speciali

Da domenica 18 settembre a mercoledì 21 alcuni giornalisti della rivista olandese Italie Magazine hanno scelto la Provincia di Rimini, e in particolare i territori della Valconca e della Valmarecchia, per alcuni speciali che usciranno a dicembre  e settembre, con un focus dedicato alle tipicità enogastronomiche e al patrimonio storico e artistico. La rivista, leader sul mercato olandese per la destinazione Italia, conta 200.000 lettori ad ogni uscita – ed ha anche una versione on line, si dedica al nostro Paese con uno sguardo attento agli itinerari ancora poco battuti della penisola e alla scoperta di nuove destinazioni in grado di coniugare cultura, natura ed eccellente cucina.

I dati dei primi sette mesi del 2011, recentemente comunicati, sulle presenze turistiche, dicono che proprio il Benelux, primo cliente in assoluto dell’entroterra riminese, ha registrato un + 6,8% in termini di presenze (a cui si aggiungono le performance più che positive di Austria +24%, Paesi Scandinavi +68,5%, un +6,2% della Germania, un + 45,7% della Francia). Senza dimenticare che la quota di domanda estera sul totale si è attestata intorno ad un lusinghiero 31,5%.

“I segnali sono positivi, sostiene l’Assessore al turismo Fabio Galli: testimoniano l’interesse di mercati storici e importanti, come quello olandese, verso una vacanza non esclusivamente balneare, ma ricca di storia, identità, scoperte artistiche, naturali e gastronomiche. Il lavoro che abbiamo iniziato, insieme ai Comuni e agli operatori turistici locali, per la valorizzazione dell’entroterra, sta funzionando bene. Ma siamo solo agli inizi, dobbiamo insistere e continuare: i collegamenti dal Fellini su Amsterdam sono una ulteriore opportunità da sfruttare, soprattutto in un ottica di destagionalizazzione dell’offerta turistica riminese. In questo senso rafforzeremo la sinergia con l’Aeroporto di Rimini e con gli operatori privati interessati. Ma non dimentichiamo che, anche il mercato russo, che ci sta dando ottimi risultati nel 2011, ha cominciato a mostrare un forte interesse verso il patrimonio storico e culturale, anche al di fuori dei circuiti tradizionali e consolidati, rappresentato a pieno titolo dal prodotto “Malatesta & Montefeltro”: lo testimoniano le collaborazioni avviate in questo senso dalla Provincia di Rimini con gli operatori russi e con le principali riviste che su quel mercato promuovono la destinazione Italia”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento