Il Gruppo Focchi a New York per un nuovo “high-rise” a Brooklyn

Destinata a diventare uno degli edifici più imponenti del quartiere con i suoi 55 metri di altezza, questa struttura, progettata dallo studio SHoP Architects

Il Gruppo italiano Focchi ha aperto un nuovo cantiere a New York, per un “high-rise” di 10 piani situato a Brooklyn al 1508 di Coney Island Avenue, una delle principali strade commerciali nel quartiere di Midwood che sta cambiando profondamente la geografia urbana. Destinata a diventare uno degli edifici più imponenti del quartiere con i suoi 55 metri di altezza, questa struttura, progettata dallo studio SHoP Architects, occuperà in totale 17mila metri quadrati, di cui 6.000 destinati a uso commerciale e uffici e 8.000 occupati da un centro di cure mediche. "È il secondo progetto che curiamo qui a New York" afferma Maurizio Focchi, AD del Gruppo Focchi che per questo edificio ha messo a punto un sistema di vetrate con doppia pelle in lamiera di alluminio microforata all’esterno con moduli apribili e pinne vetrate serigrafate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Allo storico mercato del Regno Unito, che copre oltre l’85% del nostro prodotto 2018 - continua Maurizio Focchi - ora si affianca il mercato statunitense che, per la prima volta, supera quello italiano. La nostra forza sono i nostri dipendenti ai quali dedichiamo una particolare e continua attività formativa. Quest’anno sono state oltre 5.000 le ore di formazione che abbiamo organizzato, soprattutto per i giovani, che costituiscono più del 30% del Gruppo. Anche grazie a loro per il bilancio 2018 avremo una crescita di circa il 50% rispetto all’esercizio precedente, superando così i 100 milioni di euro. Stiamo investendo molto in studi e ricerche nell’ambito del IOT applicato alle facciate e siamo impegnati con partner esteri e università italiane in importanti progetti europei di ricerca. A luglio abbiamo creato FBP-Future is a Better Place, la nostra nuova Energy Service Company, spin-off del Gruppo, per investire nella riqualificazione di edifici più sostenibili ed efficienti. La sfida è quella di trasferire conoscenze ed esperienze alle giovani generazioni che con entusiasmo e coinvolgimento le possano evolvere verso risultati sempre più importanti. Vogliamo realizzare una impresa che guardi molto lontano nel tempo. Un’impresa aperta e capace di cambiare, mantenendo sempre le proprie radici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento