Il gruppo Focchi cambia il volto alla vecchia sede di Scotland Yard

Lo stabile sta per essere trasformato in 258 appartamenti suddivisi in sei torri residenziali e diverse unità commerciali

E' la centrale di Polizia più famosa al mondo. Per quasi 50 anni, prima di trasferirsi in un edificio affacciato sul Tamigi, ha avuto sede a poche centinaia di metri dal Big Ben, sulla Broadway. Adesso l'ex quartier generale di Scotland Yard sta per essere trasformato in 258 appartementi suddivisi in sei torri residenziali e diverse unità commerciali. Un progetto che porta anche la firma di un'azienda romagnola, il gruppo italiano Focchi, specializzato da oltre 100 anni in facciate continue al servizio dell'architettura, con sedi a Rimini, Londra, dove è presente da più di 25 anni, e a New York. Una azienda tutta italiana e in crescita che impiega 270 dipendenti, con un 30% di laureati e un terzo di questi dedicati alla progettazione. Il progetto di trasformazione della vecchia sede di Scotland Yard si chiama The Broadway ed è un'opera progettata dallo studio di architettura inglese Squire and partners, nell'ambito della riqualificazione dell'area di Victoria. "La qualità del made in Italy è unica e sempre molto apprezzata all'estero", conferma Maurizio Focchi, amministratore del gruppo. "Lavorare a Londra, così come negli Stati Uniti, richiede una grande umiltà e una grande capacità di comprendere non solo le esigenze del cliente, ma anche le sue aspettative. Da venti anni abbiamo smesso di pensare in termini di prodotto: semplicemente, ci mettiamo a disposizione degli architetti e notiamo questa forte tendenza alla personalizzazione. Del resto, il nostro curtain wall è fatto di moduli molto complessi", aggiunge.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nuovo progetto The Broadway è caratterizzato da sei blocchi residenziali con facciate in sei diversi pattern di forma diamantata, ispirati all'art deco e alla moda, con un design che incorpora materiali tipici dell'architettura del territorio, come la pietra arenaria e i mattoni. Gli edifici sono progettati in modo da spezzare la compattezza dalla vecchia struttura e fornire viste sul Parlamento inglese, l'Abbazia di Westminster, il Big Ben e Buckingham Palace. Numerosi gli involucri realizzati dal Gruppo Focchi nel mondo. Sempre a Londra il Gruppo sta lavorando al progetto di riqualificazione della Battersea Power Station di Wilkinson Eyre Architects, la futura sede del Campus di Apple, così come ha terminato la sede londinese di Google progettata da Wilmotte and associates in King's Cross Central. A Milano, infine, dove ha già ultimato la Torre Allianz e le residenze Libeskind, sta completando il 'Curvo', il terzo e ultimo dei grattacieli previsti nel progetto di riqualificazione di CityLife, anch'esso firmato Libeskind.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si prendono gioco di polizia e quarantena: sesso a 3 in strada davanti al comando

  • Sesso in strada durante la quarantena, individuato il trio di esibizionisti

  • Lutto nella comunità di San Patrignano, si è spenta Maria Antonietta Muccioli

  • Ristoratore stroncato da un improvviso malore nella sua abitazione

  • Diminuiscono i nuovi contagiati. Venturi: "Faccio il tifo per Rimini, ha preso misure draconiane che danno risultati"

  • Coronavirus, verso il blocco totale almeno fino a Pasqua: poi si valutano riaperture in "due fasi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento