Il Gruppo riminese Focchi sbarca a New York con una nuova impresa

L’eccellenza dell’artigianato industriale Made in Italy alla conquista di Manhattan. "Dobbiamo restituire ai giovani la fierezza e il valore delle nostre imprese"

"Fare impresa in Italia è difficile, ma non impossibile. È la sfida dei nostri tempi. Noi abbiamo trovato un giusto equilibrio: offrire all’estero la nostra eccellenza di un artigianato industriale di altissima qualità, creato dai nostri ingegneri, messo a punto qui in Italia dalle nostre maestranze e infine esportato nelle più grandi città del mondo. Soprattutto a Londra e New York, dove abbiamo grandi commesse. Ma tutto questo implica professionalità e umiltà". Afferma Maurizio Focchi, AD del Gruppo italiano Focchi di Rimini, che è appena sbarcato a New York, con un nuovo ufficio in Madison Avenue, per conquistare la raffinata Manhattan, mentre oltremanica, nel cuore di Londra, sta collaborando alla ristrutturazione di nuove residenze nella storica centrale elettrica di Battersea Power Station, resa celebre dai Pink Floyd con l’album “Animals”.  

New York e Londra. Trump e Brexit: due importanti sfide. "Nonostante le politiche USA improntate al protezionismo, abbiamo investito molto su New York, dove il mercato richiede un’altissima qualità, e ora realizzeremo la nuova pelle di un grattacielo altamente sofisticato che sorgerà sulla High Line, caratterizzato da un complicato gioco di vetri che taglia e riflette la luce come diamanti". Mentre in Inghilterra, nonostante i timori della Brexit, il Gruppo italiano ha già aperto sette cantieri nel 2017 a cui adesso si è aggiunto la spettacolare Battersea Power Station di Londra firmata da Wilkinson Eyre Architects sviluppata su 2milioni di metri quadri che include anche 253 nuove residenze che sorgeranno sopra la futura sede della Apple a Londra.

"Investiamo molto in ricerca e formazione manageriale. Inoltre sosteniamo da diversi anni il cinema italiano. L’ultima pellicola, “La Tenerezza” di Gianni Amelio, ha vinto tre Nastri d’argento. E ne siamo fieri. La bellezza e i giovani sono il nostro asset. Ma le nuove generazioni devono imparare, anche attraverso il nostro operato, il valore di fare impresa di qualità, mettendo insieme obiettivi economici con quelli etici e di sostenibilità ambientale. La nostra più importante impresa è prendersi cura del mondo in cui ogni singola persona dovrebbe vivere con dignità". Conclude Maurizio Focchi.Il Gruppo Focchi di Rimini, nato nel 1914 e specializzato nel design e nella costruzione di  involucri per grandi progetti di architettura, ha accettato la sfida globale e, investendo nel capitale umano, ventidue anni fa ha aperto una sede a Londra e oggi, con un nuovo ufficio anche a New York, e dopo aver appena avviato in Trentino, a Rovereto, attraverso la controllata IAMEC Srl, una nuova iniziativa industriale nell’ambito delle tecnologie metalliche, impegnandosi ad assumere 35 persone, 25 delle quali già entro dicembre 2017, sta definendo un innovativo percorso virtuoso di artigianato industriale Made in Italy di qualità.

Negli anni Focchi ha collaborato a importanti progetti che hanno cambiando la pelle dei nuovi edifici del futuro, come la Torre Allianz - CityLife di Milano; le residenze Libeskind CityLife Milano;  il nuovo complesso residenziale di lusso sulle “Riverwalk” a Londra firmato dal prestigioso studio britannico Stanton Williams Architects; la nuova Torre “Dollar Bay” a Canary Wharf a Londra di Ian Simpson Architects; il centro direzionale di Londra al 6 di Pancras Square in King’s Cross Central di Wilmotte & Associates, oggi scelto come sede da Google; la sede della Borsa London Stock Exchange; i John Henry Brookes e Abercrombie Buildings della Brookes University di Oxford (RIBA Awards 2014) ideata dallo studio Design Engine; il Campus Einaudi dell’Università di Torino di Foster+Partners; il Kansai International Airport nella baia di Osaka, in Giappone, di Renzo Piano; il Nestlè Headquarters di Milano Assago dello Studio Park Associati; il nuovo complesso residenziale Owen Street Towers di Manchester e  l’Atlas Building nella Tech-City di Londra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento