Santarcangelo, imu aree fabbricabili: per il “Triangolone” valore ridotto già dal 2015

Intanto la Giunta comunale ha valutato, per la sola area produttiva denominata “Triangolone”, di rivedere già per il 2015 il valore ai fini del calcolo Imu

I valori delle aree fabbricabili ai fini Imu saranno rivisti. È quanto ha deciso la Giunta comunale tenuto conto delle oscillazioni del mercato immobiliare che soprattutto negli ultimi anni hanno portato a una generale riduzione dei valori dei fabbricati e delle aree edificabili. Il cambiamento del quadro economico a cui si aggiunge l’entrata a regime dei nuovi strumenti urbanistici, richiedono infatti una nuova e accurata analisi del mercato immobiliare dell’intero territorio comunale per definire valori di riferimento ai fini del calcolo Imu il più possibile aderenti agli attuali valori venali in comune commercio.

È sulla base di questi motivi che la Giunta ha affidato agli uffici comunali il compito di elaborare una proposta per definire i valori minimi di riferimento per le aree fabbricabili per l’applicazione dell’Imu con decorrenza dall’anno 2016 sulla base di diversi criteri a partire dall’analisi del mercato immobiliare (distinta per ogni microzona del territorio comunale) e alla differenziazione dei valori secondo i vari stadi di attuazione (se all’interno del Poc o meno, per esempio). Gli uffici comunali dovranno inoltre predisporre un range di valori minimi e massimi da sottoporre alla Giunta comunale e aggiornare gli strumenti informatici con le nuove informazioni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto la Giunta comunale ha valutato, per la sola area produttiva denominata “Triangolone”, di rivedere già per il 2015 il valore ai fini del calcolo Imu. A causa della grave crisi economica, le associazioni rappresentative delle categorie economiche non sono infatti riuscite a dare attuazione alle linee strategiche per la realizzazione dell’area produttiva concordate attraverso un primo accordo preliminare stipulato nel 2003. Sulla base di tali presupposti e tenuto conto che il valore (stabilito nel 2008) di 45,20 euro al metro quadrato su cui calcolare l’Imu risulta non più corrispondente ai valori di mercato, la Giunta comunale ha ritenuto di rivedere tale valore di riferimento fissandolo in euro 20 al metro quadrato con decorrenza dal 1° gennaio 2015.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento