Sabato, 20 Luglio 2024
Economia

In estate tanta voglia di gelato, ma quanto costa una porzione nelle località turistiche?

Preply ha analizzato gli attuali prezzi al dettaglio di una pallina di gelato in 40 destinazioni europee, dall'Algarve al Benaco, dalla Sicilia a Cipro

Il gelato occupa un posto speciale nella cultura italiana, rappresentando non solo un delizioso dessert, ma anche una parte fondamentale della tradizione e dello stile di vita del paese. Durante le vacanze estive, il gelato è un piacere irrinunciabile. Per fornire informazioni utili a chi sta pianificando un viaggio, la piattaforma di apprendimento Preply ha analizzato e pubblicato gli attuali prezzi al dettaglio di una pallina di gelato in 40 popolari destinazioni turistiche. Dall'Algarve al Lago di Garda, dalla Sicilia a Cipro, il confronto dettagliato dei prezzi rivela in quali località turistiche è possibile gustare un gelato a un prezzo vantaggioso.

In media un gelato da un gusto costa 2,39 Euro. Il prezzo relativamente elevato è determinato da diversi fattori: in primo luogo, i costi di gestione delle gelaterie nelle zone turistiche hanno un impatto significativo. Inoltre, le vendite di gelato subiscono fluttuazioni stagionali, con una diminuzione soprattutto durante l'inverno nelle località di villeggiatura. Ciò comporta la necessità di guadagnare durante l'estate per compensare l'inattività invernale. Va tenuto presente anche l'aumento dei costi degli ingredienti e della refrigerazione a causa dell'inflazione, il che si riflette inevitabilmente sui prezzi.

Il gelato più economico d’Italia si può mangiare sul Lago di Garda, dove una pallina costa solo 2,14 euro. Una porzione di gelato a Roma può arrivare a costare fino a 3,62 euro. È il prezzo più alto in Italia. Nella rinomata località balneare di Rimini, situata lungo l'Adriatico, il prezzo attuale del gelato è di 3,00 euro. Tuttavia, è possibile gustare un ottimo gelato a meno di 3 euro in Sicilia (a 2,52 euro), in Puglia (a 2,60 euro) e in Sardegna (a 2,66 euro).

Per calcolare il prezzo di vendita di una pallina di gelato, entrano in gioco diversi fattori: innanzitutto, ci sono i costi delle materie prime, come gli ingredienti per il gelato ma anche quelli dei coni o delle coppette. A questi si aggiungono i costi del personale e altre spese operative come l'affitto della gelateria, il marketing e le perdite dovute alla merce invenduta. Naturalmente anche il ristoratore vuole sua parte: il prezzo di vendita non solo contiene un margine di guadagno per il venditore, ma anche l’IVA.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In estate tanta voglia di gelato, ma quanto costa una porzione nelle località turistiche?
RiminiToday è in caricamento