Disoccupazione, arrivano i chiarimenti dell'Inps: ecco chi avrà l'indennità

Per poter fruire della NASpI i lavoratori che possiedono i requisiti devono presentare domanda, esclusivamente in via telematica, entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro

E’ stata emanata dall’Inps la circolare “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati,  in attuazione della legge 10 dicembre 2014, numero 183” sulla nuova prestazione di Assicurazione sociale per l’impiego (NASpI). “Con la circolare l’istituto chiarisce la disciplina della Naspi e su come chiedere l’indennità di disoccupazione 2015 - riferisce il deputato Pd riminese Tiziano Arlotti, che segue da vicino il tema -, e vengono accolte in parte le richieste avanzate. Vengono ad esempio allargati i tempi per poter avere diritto all’indennità, inizialmente più restrittive”.

Nello specifico, la Naspi  decorre dal primo maggio e va a sostituire l’ASpI e la mini AspI. E’ riconosciuta ai lavoratori che posseggano congiuntamente questi requisiti: siano in stato di disoccupazione involontaria; possano far valere, nei quattro anni precedenti l'inizio del periodo di disoccupazione, almeno tredici settimane di contribuzione contro la disoccupazione; possano far valere trenta giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimale contributivo, nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione. Per concorrere al raggiungimento delle 13 settimane di contribuzione richieste sono valide tutte le settimane retribuite a patto che la retribuzione non sia inferiore ai minimali settimanali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le 30 giornate di lavoro effettivo sono quelle di effettiva presenza sul lavoro indipendentemente dalla loro durata oraria. Ampliano il periodo in cui ricercare le 30 giornate lavorative nei 12 mesi che precedono l’inizio della disoccupazione eventi come malattia e infortunio sul lavoro nel caso non vi sia integrazione della retribuzione da parte del datore di lavoro (ovviamente nel rispetto del minimale retributivo); cassa integrazione straordinaria e ordinaria con sospensione dell'attività a zero ore; assenze per permessi e congedi fruiti dal lavoratore per parente con handicap in situazione di gravità. Per poter fruire della NASpI i lavoratori che possiedono i requisiti devono presentare domanda, esclusivamente in via telematica, entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento