L'allarme dei sindacati: "Le ore di Cassa Integrazione aumentano del 1.351%"

Per il Dipartimento Politiche contrattuali l’entità delle ore di cassa integrazione autorizzate continua ad essere così elevata da non risultare comparabile con la misura delle autorizzazioni effettuate nei corrispettivi mesi del 2020

La CGIL regionale dell’Emilia Romagna ha elaborato il report mensile sulle ore di Cassa Integrazione autorizzate in Emilia Romagna nel periodo Gennaio-Agosto 2020, sulla base dei dati rilasciati da INPS. In sintesi, l’Osservatorio INPS quantifica il ricorso complessivo nel periodo Gennaio-Agosto 2020 in Emilia-Romagna a 215.792.897 di ore (Cigo - Cigs – Cigd) e a 84.410.936 di ore per Fondi di solidarietà. A questi dati, vanno aggiunte le rilevazioni dei Fondi bilaterali FSBA (lavoratori dell'artigianato) e TIS (lavoratori somministrati): FSBA: 89.737 lavoratori dell'artigianato coinvolti (per 21.700 accordi conclusi) eTIS: 23.000 lavoratori somministrati coinvolti (per 4.654 accordi conclusi)
 
Per rappresentare appieno la dimensione delle ricadute sul lavoro e sull'economia dell'emergenza che stiamo attraversando, basti pensare che nel periodo Aprile-Agosto 2020 l’INPS ha registrato in Emilia Romagna (i dati non tengono conto di FIS - Fondo Integrazione Salariale, FSBA - Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato e TIS - Trattamento di Integrazione Salariale) un numero di ore di CIG superiore a quelle registrate dall'Istituto nell'arco dell'intero quinquennio 2015-2019 e ormai vicino a doppiare la quantità di ore autorizzate nell'intero 2010 (peggiore anno della crisi economica in termini di utilizzo degli ammortizzatori sociali). Il ricorso è così articolato: Cassa Integrazione: 129.924.530 ore ad operai;  85.868.367 ore ad impiegati. Cigo (Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria): 158.325.294 ore, erano 4.867.231 nel 2019 (+3.152,9%); Cigs (Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria) 8.849.339 ore, erano 6.656.432 nel 2019 (+32,9%); il 62% ore di Riorganizzazione e crisi (5.484.709); il 38% ore di Solidarietà (3.364.630).  CigD (Cassa Integrazione Guadagni in Deroga): 48.618.264 ore, erano solo 84.647 del 2019. Fondi Solidarietà: 81.409.168 ore di Fis e 3.001.768 ore in Altri fondi
 
A livello territoriale, nel periodo gennaio-agosto del 2020, si registrano +12.586.018 ore di Cassa integrazione, rispetto allo stesso periodo del 2019 quando ammontavano a 930.994 ore. A livello settoriale (Settore Contributivo INPS) le ore di Cassa integrazione totali autorizzate tra gennaio e agosto 2020 sono state: Industria: 155.583.317, erano 9.401.957 nello stesso periodo del 2019; Edilizia: 12.181.589, erano 1.667.685 nello stesso periodo del 2019; Artigianato: 138.423, erano 37.371 nello stesso periodo del 2019; Commercio: 47.091.406, erano 500.807 nello stesso periodo del 2019; Settori vari: 798.162, erano 490 nello stesso periodo del 2019. 
 
Per il Dipartimento Politiche contrattuali della CGIL Emilia-Romagna, l’entità delle ore di cassa integrazione autorizzate continua ad essere così elevata da non risultare comparabile con la misura delle autorizzazioni effettuate nei corrispettivi mesi del 2020; tale numero rimane, invece, molto più simile all’ammontare annuale nel periodo della grande crisi economico-finanziaria che va dal 2009 al 2014. Con riferimento alla sola Cassa integrazione si continua a registrare un andamento peggiore delle previsioni; il divario con il picco degli gli anni della grande crisi economico-finanziaria del 2009-2014 continua ad aumentare (118 milioni di ore toccati nel 2010). Nel solo periodo aprile-agosto 2020 ne sono stati autorizzati 210,3 milioni, quasi il doppio. 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento