La Perla Verde dell’Adriatico si presenta al mercato russo

La partecipazione alla Fiera di Mosca è giustificata sia da una costante crescita delle presenze (+ 11,9% nel 2012) sia dalla possibilità di presentarsi in un modo nuovo per un target turistico medio-alto

Presentata la partecipazione della città di Riccione alla Fiera turistica internazionale MITT di Mosca, che si svolgerà dal 20 al 23 marzo prossimi. Sono intervenuti l’Assessore al turismo Simone Gobbi; il Direttore dell’Associazione Albergatori Riccione Luca Cevoli; Stefano Giuliodori, Presidente del Club di Prodotto Riccione Turismo, capofila del progetto di promozione turistica a Mosca; i componenti del gruppo di lavoro Riccione On – Marketing & Communication.

La partecipazione al MITT di Mosca – ha esordito l’Assessore al turismo Simone Gobbi - è parte di un sistema di promo-commercializzazione turistica che ha dato ottimi risultati nei mesi scorsi, dalla partecipazione ai mercatini natalizi di Innsbruck, uno dei più importanti d’Europa, alla presenza alla Fiera di Budapest. Un progetto che vedrà la sua conclusione, come previsto, con la promozione nelle piazze d’Europa (Berlino, Norimberga, Vienna) con un truck brandizzato. Un sistema, che ha coinvolto – ha ricordato Gobbi – risorse pubbliche e private in un rapporto di grande sinergia all’interno del Col, il gruppo di lavoro sul turismo coordinato dall’Assessorato al turismo della città.

La partecipazione alla Fiera di Mosca è giustificata sia da una costante crescita delle presenze (+ 11,9% nel 2012) sia dalla possibilità di presentarsi in un modo nuovo per un target turistico medio-alto. "Il progetto – hanno poi spiegato il direttore dell’Associazione Albergatori Riccione Luca Cevoli e il Presidente del Club di prodotto Riccione Turismo, Stefano Giuliodori - è stato sottoscritto e finanziato da tutti i club di prodotti riccionesi, che saranno tutti rappresentati all’interno di uno stand di nuova progettazione e concezione".

Martedì la delegazione riccionese è stata invitata all’Ambasciata italiana a Mosca per un aperitivo di benvenuto. “Riccione turismo ha voluto fortemente questa presenza a Mosca – ha aggiunto Stefano Giuliodori. Non pensavamo che sarebbe stata un’operazione tanto faticosa e complicata, che richiedesse così tante energie. Ma lo stand, realizzato con lo Studio Caberlon-Caroppi in collaborazione con altre aziende prestigiose, è uno stand raffinato, prestigioso, elegante, come il pubblico a cui vogliamo rivolgerci. Abbiamo inviato 1500 mail ad altrettanti tour operator russi selezionati e li abbiamo invitati alla fiera. I contatti presi verranno poi condivisi tra tutti i club di prodotto della città”.

Il direttore dell’Associazione Albergatori riccionese Luca Cevoli, che partecipa all’iniziativa anche come consigliere di Riccione Turismo, ha poi reso merito all’Assessorato al Turismo della condivisione dell’iniziativa e di aver favorito il rapporto di collaborazione con gli operatori. Un risultato che permette alla città di presentarsi sul mercato russo con un’immagine compatta e coerente. "L’iniziativa – ha concluso l’Assessore Gobbi – ha comportato un costo complessivo di 36.000 euro, ma l’operazione avrà un valore economico e un significato molto superiore. Credo che in questo difficile momento il mercato russo rappresenti una importante risorsa sia per l’economia ricettiva che per quella extra ricettiva, e in particolare per le attività commerciali”.

I soggetti coinvolti nel progetto MITT-Mosca sono il Comune di Riccione; i Club di prodotto cittadini (Costa Hotels, Promhotels, Riccione Bike Hotels, Riccione Family Hotels, Riccione Turismo); l’Associazione Albergatori; la Società Terme Riccione; i Parchi tematici Aquafan e Oltremare. La progettazione dello stand è opera dell’Impresa Caberlon Caroppi, prestigiosa azienda di progettazione di interni. Coordinamento e ingegnerizzazione: Hospitality Project srl (società specializzata nella pianificazione di progetti di hotel di nuova costruzione o/e ristrutturazione). Allestimenti: Tino Sana (contract allestimenti su misura), Dorelan (azienda di materassi e somier), Fornasarig (sedie), Pietrelli (porte), CRDI (tessuti e moquette), ARIANN SYSTEM (divani ed imbottiti), Martini (illuminazione). Degustazioni: Caffè Pascucci.

Dal 2005 al 2012 vi è stato un incremento di arrivi dalla Russia pari al 120% (presenze + 156%). Focus 2011 – 2012: nel periodo gennaio – dicembre 2011, vi sono stati 11.300 arrivi russi per un totale di 80.247 notti trascorse nelle strutture ricettive del Comune di Riccione. Per quanto riguarda il 2012 (gennaio – dicembre), gli arrivi dalla Russia sono cresciuti del 23,4% (13.946) per un totale di 89.829 notti trascorse a Riccione (+11,9%).

A livello provinciale, i pernottamenti dalla Russia sono cresciuti del 17,5% rispetto al 2011 (894.000 pernottamenti). I russi si muovono prevalentemente in gruppo (78%) o con la famiglia (17,1%), mentre i single sono una minoranza (4,9%). Inoltre, si muovono in aereo (78,6%), autobus (12,6%) ed in auto (5,9%). Nota interessante: il 68,7% dei turisti sono donne, mentre solo il 31,3% è rappresentato da uomini. Flussi turistici Aeroporto Rimini (Focus Russia). Dal 2007 al 2011 gli arrivi dalla Russia, presso l’aeroporto di Rimini, sono cresciuti del 99% (si è passati da 205.445 nel 2007 a 408.863 nel 2011).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento