Le bollette arrivano in ritardo per colpa del maltempo: Hera posticipa i termini di pagamento

I clienti avranno quindi 7 giorni in più, rispetto alla scadenza indicata nella bolletta, per procedere con il pagamento e non saranno addebitati interessi di mora

A causa dell'ondata di maltempo che ha interessato il territorio nelle ultime settimane, si sono verificati dei ritardi nel recapito delle bollette Hera. In particolare, quelle con termine di pagamento compreso tra il 7 e il 22 marzo, potrebbero essere consegnate ai clienti in un periodo prossimo alla scadenza. Per questo motivo, Hera, consapevole dei disagi che questa situazione potrebbe creare ai propri clienti, ha deciso di posticipare il termine di pagamento delle bollette sopra indicate di una settimana. I clienti avranno quindi 7 giorni in più, rispetto alla scadenza indicata nella bolletta, per procedere con il pagamento e non saranno addebitati interessi di mora. Per qualsiasi informazione o chiarimento è a disposizione il Servizio Clienti del Gruppo Hera: Numero verde gratuito 800.999.500 per clienti famiglie e 800.999.700 per clienti aziende, attivi entrambi dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 22.00, il sabato dalle 8.00 alle 18.00. E' possibile anche rivolgersi agli Sportelli Clienti Hera, il cui elenco con relativi orari di apertura è consultabile nell’area Clienti del sito www.gruppohera.it o agli Servizi OnLine Hera www.servizionline.gruppohera.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento