Nuove imprese, il guru delle startup italiane: "Non basta una buona idea, serve un team affiatato"

Al via il ciclo di appuntamenti programmato dalla collaborazione fra l’Associazione Nuove Idee Nuove Imprese e Startup Grind, la startup community mondiale diffusa in oltre 350 città e 115 paesi nel mondo

Molti giovani e molte idee. Si è svolto sabato mattina l'incontro con Emil Abirascid, il guru delle startup italiane, che ha avviato il ciclo di appuntamenti programmato dalla collaborazione fra l’Associazione Nuove Idee Nuove Imprese e Startup Grind, la startup community mondiale diffusa in oltre 350 città e 115 paesi nel mondo. Da questa collaborazione è nato il chapter Startup Grind Rimini & San Marino, presentato in avvio da Andrea Roberto Bifulco che guiderà la nuova esperienza e già Chapter Director di Startup Grind Milano.

“Da 17 anni promuoviamo un concorso di idee affinché inneschi una cultura d’impresa orientata all’open innovation - afferma Maurizio Focchi, presidente dell’Associazione Nuove Idee Nuove Imprese -. L’incontro con Startup Grind ci ha stimolati ad ampliare l’orizzonte della nostra proposta. Con il chapter Startup Grind Rimini-San Marino proporremo eventi anche a Forlì, Cesena e Ravenna. Il bando di partecipazione è aperto fino a fine maggio e col sostegno di otto prestigiose Istituzioni romagnole e della Repubblica di San Marino, Nuove Idee Nuove Imprese garantisce un percorso di formazione che sfocia nella possibilità di aggiudicarsi un riconoscimento ed un premio economico utile ad avviare le nuove imprese”.

“L’idea, da sola, vale zero - ha evidenziato Abirascid, direttore di Startupbusiness, il business network dei protagonisti dell’innovazione che oggi è parte del gruppo Digital360 -. Ci vuole un team competente e un progetto di business. Trasformare l’idea in un processo concreto e convincente per gli investitori. Sconsiglio progetti ‘in solitudine’. Partecipare ad una competition come Nuove Idee Nuove imprese è importante perché ai vincitori è data soddisfazione economica, ma soprattutto è l’ingresso nell’ecosistema delle startup, al fianco di persone esperte che possono aiutare a dare solidità all’idea di partenza. Consiglio di allargare gli orizzonti, relazioni e feedback internazionali sono ingredienti decisivi. Infine, perdiamo la paura di fallire, fa parte della crescita. Anzi, ci sono investitori che puntano su chi ha fallito almeno una volta. Quanto al territorio, certo è un centro di competenza specifica nel turismo. Diffondere cultura dell’innovazione aiuta tutto il sistema a crescere. Ricordo che l’unica associazione italiana di startup è legata al mondo del turismo”.

Sono intervenuti alla mattinata gli assessori del Comune di Rimini Anna Maria Montini e Mattia Morolli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

  • Dpcm 3 dicembre: feste di Natale solo tra conviventi, viaggia solo chi deve rientrare nella residenza

Torna su
RiminiToday è in caricamento