Nuovo comparto produttivo nell’area artigianale di Santa Giustina

Avviato l'iter per la costruzione di una struttura da 13.000 metri quadrati, l'amministrazione comunale: "Ottimo segnale di ripresa per l'economia"

Ancora segnali positivi per l’economia santarcangiolese: è infatti in corso l’iter amministrativo per il rilascio delle autorizzazioni necessarie per la realizzazione di un edificio di circa 13.000 metri quadrati destinato ad attività artigianale-industriale, nell’ambito dell’ampliamento dell’area produttiva denominata “Bornaccino” a Santa Giustina. L’intervento – che fa parte del piano approvato dal Consiglio comunale nel 2009, realizzato gradualmente sulla base dell’effettivo andamento del mercato – segna un altro punto a favore della ripresa economica in generale e dell’attrattività di Santarcangelo in particolare. Il nuovo comparto produttivo fa parte del Piano Urbanistico Attuativo per la realizzazione del quale stanno maturando le condizioni attraverso la sottoscrizione dell’apposita convenzione con la società lottizzante “Bornaccino”. L’intesa raggiunta con i privati prevede anche una serie di opere pubbliche fra cui la rotatoria sulla via Emilia all’altezza di via Montalaccio (già realizzata), il tombinamento di un tratto di fossato lungo la via Emilia, lo spostamento dell’elettrodotto presente nell’area e la realizzazione di un tratto della pista ciclabile di collegamento fra Santa Giustina e il capoluogo.

“La possibilità di ampliare il nostro sistema produttivo con un altro importante insediamento per il quale sono in corso le procedure amministrative – dichiara il sindaco di Santarcangelo Alice Parma – costituisce un’ulteriore conferma dell’attrattività di Santarcangelo, dovuta a una serie di fattori fra i quali vanno innanzitutto annoverate le modifiche introdotte con la variante al regolamento urbanistico edilizio. Grazie alle novità che abbiamo introdotto con il Rue, infatti, apportare modifiche all’interno degli edifici produttivi o sfruttare nel miglior modo possibile l’area produttiva non è solo più facile in termini burocratici, ma offre maggiori possibilità di sviluppo per le aziende. Si tratta di fattori – conclude il sindaco – che spesso sono determinanti per le imprese nella decisione di scegliere se investire o meno sul nostro territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento