Oasi Confartigianato a Roma per i primi incontri con i nuovi gruppi parlamentari

"Abbiamo raccontato la situazione e chiesto di fare in fretta per evitare il rischio di una nuova procedura di infrazione"

Oasi Confartigianato, insieme a Fiba Confesercenti e Sib Confcommercio, ha avviato i primi contatti con i gruppi parlamentari presenti nel Parlamento eletto il 4 marzo scorso per affrontare lo spinoso tema della regolamentazione dei canoni demaniali marittimi. Nei giorni scorsi sono stati richiesti incontri a tutti i partiti politici e mercoledì si è avviato il calendario con coloro che hanno già aderito alla richiesta: Lega e Forza Italia. La delegazione dei rappresentanti sindacali oggi ha incontrato la senatrice Anna Maria Bernini (Capogruppo di Forza Italia) e il Senatore Gian Marco Centinaio (Capogruppo della Lega e responsabile del settore Turismo).

"Abbiamo rappresentato la situazione – dichiara Giorgio Mussoni, presidente di Oasi Confartigianato – e le difficoltà che stiamo attraversando dopo che nella scorsa legislatura l’iter che deve condurre ad una Legge nazionale non è arrivato a conclusione. Abbiamo spiegato come sia necessario muoversi rapidamente, sia per arrivare finalmente ad una soluzione definitiva che per evitare il rischio che corre ogni giorno l’Italia di vedersi recapitare dalla Commissione Europea una nuova procedura di infrazione. L’incontro è stato cordiale, siamo stati ascoltati con attenzione. Ora attendiamo altri appuntamenti perché riteniamo necessario informare ed aggiornare tutti i gruppi parlamentari sulla situazione in cui versa il settore”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento