Omogeneizzazione del contributo straordinario per le imprese

Pacchetto impresa, dalla I e III Commissione parere favorevole. Oneri più bassi per le riqualificazioni e i recuperi

Prende corpo una delle azioni inserite nell’atto di indirizzo del ‘Pacchetto impresa’, il programma di interventi che nasce con l’obiettivo di sostenere e agevolare lo sforzo di chi fa impresa e crea lavoro e che sono coerenti con le peculiarità – sociali, economiche e territoriali - della città. La I e la III commissione questa mattina hanno espresso parere favorevole rispetto alla proposta di “omogeneizzazione della determinazione del contributo straordinario“ per tutte le attività imprenditoriali esistenti sul territorio comunale. Il contributo straordinario è un onere aggiuntivo stabilito dallo Stato che i privati attuatori di interventi sono chiamati a versare all’Amministrazione Comunale ed è riferito all'aumento di valore che le aree e gli immobili avranno per effetto di varianti urbanistiche, deroghe o mutamenti di destinazione d’uso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Con questa proposta – spiega l’assessore alla pianificazione del Territorio Roberta Frisoni – andiamo a precisare quanto stabilito dal regolamento votato lo scorso gennaio dal consiglio comunale, andando a omogeneizzare il calcolo del contributo straordinario per le imprese. Il contributo infatti sarà applicato nella misura minima del 50% per gli interventi volti alla riqualificazione e sviluppo di tutte le imprese già esistenti su tutto il territorio. E’ un modo per uniformare il trattamento delle imprese e mettere tutti nelle stesse condizioni di sviluppo, agevolando  gli interventi di riqualificazione, rigeneazione e recupero di strutture artigianali, di servizio, produttive già insediate sul territorio con la conseguente possibilità di creare economia e lavoro. Restano invariati i principi stabiliti dalla precedente delibera ma si trova così un punto di equilibrio tra due principi fondamentali di interesse pubblico: l'incentivazione e il sostegno dell'attività di impresa e la tutela del territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento