Operativa la 'Rivoluzione enoturistica': nuove opportunità per le aziende

Commenta così Coldiretti Rimini la pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione di Procedure e criteri per lo svolgimento dell’attività enoturistica in Emilia-Romagna

"Con la pubblicazione delle linee guida per lo svolgimento dell’attività di enoturismo si aprono nuove opportunità anche per le aziende vitivinicole della provincia di Rimini che godranno di uno strumento in più per valorizzare la loro produzione e il nostro territorio”. Commenta così Coldiretti Rimini la pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione di Procedure e criteri per lo svolgimento dell’attività enoturistica in Emilia-Romagna. Il documento serve a colmare un vuoto normativo grazie al fatto che stabilisce che le aziende agricole possono svolgere attività formative e informative sulle produzioni vitivinicole del territorio e attività di degustazione e commercializzazione delle produzioni aziendali anche in abbinamento ad alimenti.

"Come già avevamo avuto modo di anticipare nel convegno da noi promosso a Santarcangelo l'8 novembre scorso – afferma il Presidente di Coldiretti Rimini Guido Cardelli Masini Palazzi – il provvedimento dedicato all'Enoturismo è una importante chance di sviluppo perché oltre a chiarire l’operatività delle aziende della filiera vitivinicola, non solo di quelle agricole, offre l’opportunità di valorizzare il prodotto vino nei confronti dei consumatori e con esso il territorio con le sue produzioni agroalimentari di alta qualità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"S​iamo di fronte ad una semplificazione notevole – gli fa eco il Vice Direttore di Coldiretti Rimini, Giorgio Ricci - che permetterà alle nostre aziende di valorizzare e monetizzare il loro patrimonio che non è fatto solo di eccellenti vini, ma è anche cultura, paesaggio e buona alimentazione”. Oltre alle imprese agricole vitivinicole, sono interessate al provvedimento anche le attività di trasformazione delle uve in mosti o vini, con la possibilità di svolgere attività didattiche e divulgative, anche in abbinamento ad alimenti, di degustazioni e promozione territoriale nei confronti dei consumatori o degli studenti, attraverso visite didattiche, iniziative ricreative, eventi e manifestazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal Galli al Fulgor, Alberto di Monaco: "Avete proprio tutto". E c'è chi gli propone: "Un chiosco di piadina nel principato"

  • Overdose sulla pista da ballo, scatta la chiusura per il Classic Club

  • Quattro bambini piccoli lasciati soli in casa, intervengono vigili del fuoco e polizia

  • Raid vandalico in spiaggia, stabilimento balneare completamente devastato

  • Assembramenti e norme anti-Covid, imposta la chiusura di 5 giorni alla discoteca

  • Notte Rosa, il Samsara anticipa la chiusura per evitare assembramenti: "Non possiamo permetterci multe"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento