Pensionati, è Bruno Pizzica il nuovo segretario generale dello Spi regionale

Classe 1951, Pizzica è nato a Pratola Peligna, nell’aquilano, ma dal 1975 vive a Bologna, dove si è trasferito subito dopo la laurea in Scienze politiche a Firenze

È Bruno Pizzica il nuovo segretario generale dello Spi dell’Emilia-Romagna, il sindacato dei pensionati della Cgil che in regione conta oltre 460mila iscritti, il 35% circa di tutta la popolazione over 60. Ad eleggerlo giovedì a Riccione, a chiusura della tre giorni congressuale, è stato il nuovo comitato direttivo dello Spi regionale, che ha accolto la proposta della leader nazionale dello Spi Carla Cantone e del segretario generale della Cgil emiliano-romagnola Vincenzo Colla. Pizzica ha ottenuto 77 voti a favore su 86 (2 astenuti, 2 schede bianche, 5 contrari).
 
Classe 1951, Pizzica è nato a Pratola Peligna, nell’aquilano, ma dal 1975 vive a Bologna, dove si è trasferito subito dopo la laurea in Scienze politiche a Firenze. Bolognese da quasi quarant’anni, quindi, ma “orgogliosamente abruzzese”, con il primo lavoro si iscrive alla Cgil e nel 1985 ne diventa funzionario. Fa carriera sindacale all’interno della Funzione pubblica bolognese, di cui è segretario generale dal 1993 al 1996. Dal 1996 al 2004 fa parte della segreteria della Camera del lavoro (di cui, per due anni, dal 1990 al 1992, è stato addetto stampa). Nel 2004 il passaggio alla Spi di Bologna, che ha guidato fino al 2012, anno in cui è entrato nella segreteria regionale.
 
“Basta alla concezione del pensionato come privilegiato, basta alla storia dei vecchi che rubano il futuro dei giovani, quando invece fanno di tutto per aiutarli a costruirsene uno” sono le sue prime parole da segretario generale dello Spi dell’Emilia-Romagna. “La realtà è un’altra – continua –, è quella arida dei numeri, secondo cui nella nostra regione l’importo medio di una pensione, che non è un’elargizione ma solo un reddito da lavoro differito, è di 850 euro lordi al mese”. “Lo Spi che vogliamo è un’organizzazione ancora più radicata sul territorio, che è la nostra grande fabbrica – spiega –. È uno Spi capace di leggere i bisogni e di farsene carico, uno Spi che guarda al futuro, attento a come stanno gli anziani oggi e a come staranno tra vent’anni”.
 
Alle 291 leghe, i presidi dello Spi presenti su tutto il territorio regionale, Pizzica chiede di essere aperte anche nei confronti dei “giovani anziani e dei giovani”. “Le leghe devono diventare il punto di riferimento non solo per le questioni burocratiche, le immagino come luoghi di incontro e di socializzazione, perché il benessere è fatto pure di relazioni”. Alla Cgil manda un messaggio, pacato ma fermo. “La confederalità è un nostro valore assoluto, ma vogliamo contare di più nella contrattazione territoriale”. E a proposito delle polemiche tutte interne al sindacato: “Nessuno ci consideri un esercito di riservisti, siamo la spina dorsale della Cgil. Si lascino votare gli iscritti e si accetti il risultato”. Da Pizzica, infine, un grazie al predecessore, Maurizio Fabbri, per 8 anni leader regionale dei pensionati della Cgil: “Se lo Spi oggi è così forte e autorevole lo dobbiamo a lui” conclude.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Col monopattino elettrico in A14, bloccato dalla polizia in autostrada

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento