Pensioni, nei 68 uffici postali al via una campagna di comunicazione

Fra i 29.000 pensionati della provincia di Rimini che ogni mese ritirano il vitalizio negli sportelli postali, sono già oltre 19.000 (il 66%), coloro che hanno scelto l’accredito gratuito sul libretto postale nominativo

Favorire la diffusione dei sistemi di accredito attraverso un piano di informazione e sensibilizzazione dei consumatori, in linea con le nuove norme che, dal 7 marzo prossimo, non consentono agli istituti finanziari di effettuare il pagamento in contanti delle pensioni di importo superiore ai mille euro. E’ il tema della campagna di comunicazione di Poste Italiane mirata a dare consigli utili per accompagnare i clienti verso soluzioni semplici.

Fra i 29.000 pensionati della provincia di Rimini che ogni mese ritirano il vitalizio negli sportelli postali, sono già oltre 19.000 (il 66%), coloro che hanno scelto l’accredito gratuito sul libretto postale nominativo (senza spese di apertura e di gestione, né imposta di bollo, e con una Card gratuita per i prelievi) o sul conto corrente (azzerate le spese di tenuta conto per tutto il 2012 ai pensionati con più di 65 anni che accreditano entro il 31 marzo 2012 la pensione sul conto BancoPosta Più).

Inoltre per coloro che accreditano la pensione c'è un'assicurazione gratuita che copre fino ad un valore massimo di 700 euro l’anno il furto di denaro contante entro le due ore successive al prelievo. In questi giorni di pagamento del rateo di gennaio, in tutti i 68 uffici postali della provincia di Rimini personale qualificato illustrerà le caratteristiche e i vantaggi degli strumenti elettronici di prelievo o di pagamento a disposizione della clientela: il Conto BancoPosta Più, il Libretto postale ordinario nominativo e la InpsCard.

Il pagamento con moneta elettronica è sicuro per il cliente che non è costretto a maneggiare denaro liquido e consente di controllare facilmente le spese senza alcun costo aggiuntivo sul bene o servizio acquistato. L’Azienda ha accolto per prima in Italia gli inviti delle istituzioni governative, nazionali e comunitarie ad allineare il Paese al resto d’Europa in termini di penetrazione degli strumenti innovativi di pagamento e della loro efficienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento