Presentata la seconda edizione del Positive Economy Forum San Patrignano

Cinquanta prestigiosi relatori internazionali del mondo accademico, imprenditoriale, istituzionale, della cultura e della società civile, una serie di workshop riservati a professionisti ed esperti, due giorni di dibattiti e condivisione

Cinquanta prestigiosi relatori internazionali del mondo accademico, imprenditoriale, istituzionale, della cultura e della società civile, una serie di workshop riservati a professionisti ed esperti,  due giorni di dibattiti e condivisione, oltre mille partecipanti attesi. Sono i numeri del Positive Economy Forum San Patrignano, in programma il 9 e 10 aprile nella sede della Comunità sulle colline della provincia di Rimini. Sulla scia del successo riscosso dalla prima edizione, organizzata lo scorso giugno, il secondo Forum Internazionale dell’Economia Positiva in Italia continuerà la condivisione di esperienze, la discussione e la riflessione sui temi che interessano la positive economy e approfondirà questioni specifiche. Obiettivo, diffondere un nuovo modello economico al servizio della società, che promuove una crescita responsabile, sostenibile e inclusiva, che si preoccupa dell'interesse delle generazioni future nella consapevolezza che cambiare il mondo significhi in primo luogo cambiare se stessi.

Promosso da San Patrignano e PlaNet Finance Group, organizzazione internazionale dedicata alla lotta contro la povertà fondata da Jacques Attali e Arnaud Ventura, il Forum vedrà al cuore dei dibattiti argomenti chiave come la misurazione dell’impatto sociale dell’economia positiva, i nuovi modelli per la formazione e l’educazione delle future generazioni, brand e modelli di business positivi, le relazioni internazionali e la pace, l’inclusione sociale, la crescita, la biodiversità. Artisti, ricercatori, imprenditori, accademici, economisti, decisori politici condivideranno le loro visioni per promuovere l’avvento di nuovi approcci e paradigmi che contribuiscano allo sviluppo dell’economia positiva.

Fra i relatori della giornata di apertura Jacques Attali, Presidente di PlaNet Finance Group e del Movimento per l'economia positiva; Letizia Moratti, Fondazione San Patrignano; Stefania Giannini, Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca; Anna Maria Tarantola, presidente RAI; Stefano Paleari, Presidente CRUI; oltre a imprenditori e manager di imprese italiane ed estere come Agostino Santoni, CEO Cisco Italia; Sido Bonfatti, Presidente Banca Carim; Anna Zegna, Presidente Fondazione Zegna; Donato Iacovone, CEO EY Italia. I lavori del 9 aprile saranno conclusi dalla serata speciale sugli imprenditori sociali nuovi attori del cambiamento, con la proiezione del film e la testimonianza di Bineta Diop, Femmes Africa Solidaritè.

Il secondo giorno di lavori aprirà con l’intervento di Srinivas Venkatram, fondatore di Illumine, che presenterà il suo “Maps of becoming and Think tools for the Evolutionary adventurer”. I dibattiti vedranno la partecipazione, fra gli altri, di Federica Guidi, Ministro dello Sviluppo Economico; Patrizia Grieco, Presidente Enel; Manoj Juneja, Vicedirettore esecutivo Gestione risorse World Food Programme; Fernando Castellanos Silveira, team di sostegno al Segretario generale ONU per il cambiamento climatico; Lester Salamon, Johns Hopkins University; Carlo Petrini, fondatore Slow Food; Andrea Illy, CEO illycaffè; Mauro Moretti, CEO Finmeccanica.

Il Positive Economy Forum San Patrignano è parte del più ampio "Movimento per l'economia positiva" fondato da Jacques Attali e Arnaud Ventura per diffondere un nuovo modello economico che si preoccupi dell'interesse delle generazioni future e per condividere esperienze e riflessioni a livello internazionale. Il Forum è per l’Italia il momento di riflessione intorno al tema di un'economia al servizio della società, che promuove una crescita responsabile, sostenibile e inclusiva, nel rispetto dell'uomo e del pianeta.

In occasione del secondo Forum Internazionale dell’Economia Positiva in Italia, inoltre, Fondazione Bracco con il suo progettoDiventerò presenta il Premio dedicato allo studio dell’Economia Positiva Rigenerativa per promuovere la transizione verso una economia circolare a sostegno di una crescita sostenibile. Obiettivo, premiare le due tesi di laurea più meritevoli in Ingegneria, Architettura, Scienze Economiche, Scienze Politiche e Scienze Sociali volte ad approfondire sia a livello teorico, sia tramite casi studio, i principi e le sfide per attuare una economia circolare. Ai giovani verrà data la possibilità anche di approfondire il loro interesse con una esperienza di lavoro come previsto dal progettoDiventerò, Fondazione Bracco per i giovani, inteso a favorire l’accesso al mondo del lavoro.

«L’economia positiva – spiega Jacques Attali, Presidente di PlaNet Finance Group e del Positive Economy Forum – implica l’avere considerazione delle future generazioni in tutte le attività umane, siano esse economiche o meno. Quindi sono estremamente orgoglioso che la seconda edizione internazionale del Positive Economy Forum abbia luogo a San Patrignano, dove proprio la considerazione di ogni aspetto dell’essere umano è la chiave degli ottimi risultati ottenuti dal metodo di recupero della Comunità».

«Con il secondo Positive Economy Forum a San Patrignano - dichiara Letizia Moratti, co-fondatrice della Fondazione San Patrignano - prosegue l'attività in Italia per affermare un nuovo modello economico che si preoccupi dell'interesse delle generazioni future. Il Forum è una piattaforma che opera per lo sviluppo di un'economia positiva ed implementa una serie di azoni con l'obiettivo di definire l'economia positiva, dargli forma misurandola con degli indicatori specifici, far scoprire al più grande numero di persone gli attori che la incarnano e dare ad ognuno gli strumenti per impegnarsi ad agire. Il confronto tra voci diverse è necessario per consolidare le fondamenta di una svolta prima di tutto culturale destinata a permeare progressivamente le scelte che ciascuno è chiamato a compiere nella sua quotidianità per sviluppare un’economia altruistica, più virtuosa, più equa e più rispettosa delle persone e del nostro pianeta».

«Il principio fondamentale di San Patrignano è porre la cura dell’uomo al centro - commenta Antonio Tinelli, coordinatore del Comitato Sociale della Comunità San Patrignano -. Significa dedicarci alle persone e sostenerle perché crescano, si formino, trovino la loro armonia e integrazione nella società, capitalizzando il loro apporto umano verso obiettivi sempre più importanti. L’ispirazione a migliorare e la volontà di essere in continua evoluzione si traducono ogni giorno nell’impegno a diffondere anche un nuovo modello di economia. Per questo siamo felici ed orgogliosi di organizzare con Planet Finance Group il secondo Forum Internazionale dell’Economia Positiva in Italia. Continua e si rafforza così una partnership  altamente simbolica: San Patrignano, esempio di impresa sociale che non comporta costi per lo Stato né per le famiglie dei ragazzi in percorso di recupero, promotrice a livello internazionale di nuovi strumenti economici e finanziari che possano sostenere il terzo settore, rappresenta infatti un “ecosistema” naturale per promuovere i principi e valori del Movimento per l'economia positiva».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Bimbo muore a nove anni, il sindaco: "Abbiamo perso tutti un pezzo di cuore, ci sarà il lutto cittadino"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento