Due sponde, un unico mare: novità per Adrimob

Nuovi servizi legati ad Adrimob, il progetto finanziato dalla Unione Europea per una mobilità costiera sostenibile nell’Adriatico che si concluderà nel 2014.

Nuovi servizi legati ad Adrimob, il progetto finanziato dalla Unione Europea per una mobilità costiera sostenibile nell’Adriatico che si concluderà nel 2014. Lo scorso anno si è registrato una lieve crescita dei passeggeri (4mila quelli sbarcati, mentre circa 6mila quelli che si sono imbarcati), complice anche i prezzi vantaggiosi. Tra le altre azioni del progetto quella di favorire il potenziamento del cabotaggio marittimo per passeggeri e merci che è una delle modalità meno utilizzate.

L'obiettivo è quello di progettare e realizzare un collegamento efficiente tra le due coste dell’Adriatico, fornendo informazioni e un servizio di trasporto veloce per i passeggeri tra Rimini, Ravenna, Cesenatico, Pesaro e Lussino, Rovigno e Zara. Per il 2013 il progetto prevede il servizio di bike sharing, sia per chi parte da Rimini che per chi arriva . La città ha già un sistema di bike sharing che può essere esteso anche al porto.

Sono numerose le problematiche legate allo sviluppo del porto riminese. Tra gli obiettivi c'è quello infatti di igliorare le attrezzature attualmente a servizio dell’imbarco e dello sbarco di tutti coloro che utilizzano i trasporti via mare e progettare un Info Point da posizionare nella zona centrale dell’area del porto per dare informazioni ai turisti sui collegamenti marittimi e sulle occasioni di svago e divertimento a Rimini.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento