menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evasione fiscale, a rischio una famiglia su cinque: ecco il ReddiTest

Una famiglia italiana su cinque è a rischio evasione fiscale, un dato che non risparmia nemmeno la Romagna. Spese folli a fronte di dichiarazioni quasi nulle: evidentemente c'è qualcosa che non va. E arriva il "ReddiTest"

Una famiglia italiana su cinque è a rischio evasione fiscale. Questo dato, che ovviamente non risparmia nemmeno la Romagna, è stato reso noto dalla stessa Agenzia delle Entrate durante una conferenza stampa nella quale, insieme al direttore Attilio Befera, sono stati presentati i criteri del nuovo accertamento sintetico, meglio noto come 'redditometro', che dovrebbe partire il prossimo gennaio e che al momento è in attesa di approvazione del decreto ministeriale. "Oltre 4,3 milioni, cioè circa il 20%, delle dichiarazioni dei redditi sono infatti 'non coerenti'. A fronte di forti spese, quasi un milione di famiglie dichiara redditi pressoché vicini allo zero". A farla da padrone, sempre secondo l'Agenzia delle Entrate, sono i redditi di impresa e quelli di lavoratore autonomo, nei quali il tasso di irregolarità è maggiore.

UN NUOVO METODO - "Questo nuovo metodo - spiega ancora l'Agenzia delle Entrate - ha evidenziato anche fenomeni di locazioni omesse o parzialmente dichiarate, ma anche di redditi in nero di lavoratori dipendenti". C'è da dire, però, che non sempre l'incoerenza della dichiarazione dei redditi significa evasione. Ed è per questo che il nuovo accertamento sintetico permette al contribuente di dare spiegazioni in merito alla situazione. "Il contraddittorio" infatti, potrebbe ridimensionare la gravità dell'evasione o addirittura far passare la dichiarazione da incoerente a coerente.

IL DIAGOLO TRA CONTRIBUENTE E STATO - Il dialogo con il contribuente è diviso in due fasi principali. "In fase preventiva chiedendogli di fornire chiarimenti integrando, con i dati in suo possesso, le informazioni a disposizione dell'Agenzia delle Entrate relativi ai redditi e alle spese sostenute. In una eventuale fase ulteriore, per definire la ricostruzione del reddito in adesione" si legge in un documento dell'Agenzia delle Entrate. Il nuovo strumento prevede alcune voci 'principali' per quanto riguarda le categoria di spesa considerate: acquisto di beni durevoli, trasporti, abitazione; alimenti, bevande, abbigliamento e calzature;  combustibili ed energia; mobili, elettrodomestici e altri servizi per la casa; sanita' comunicazioni ed istruzione; tempo libero, cultura e giochi; altri beni e servizi.

IL REDDITEST: MISURA IL TUO REDDITO - Per evitare sgradite sorprese, comunque, tutti i contribuenti italiani possono misurare autonomamente on-line la congruità tra il proprio reddito familiare e le proprie spese con il Redditest: una sorta di autodiagnosi della coerenza fiscale. "E' un prodotto informatico di ausilio all'autodiagnosi per i contribuenti che serve ad orientare circa la coerenza del proprio reddito familiare rispetto alle spese sostenute nell'anno" dicono dall'Agenzia delle Entrate. Il REDDITEST è scaricabile qui.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento