Riccione e Misano in missione promoturistica a Stoccolma

L’assessore al turismo di Riccione Simone Gobbi e il Sindaco di Misano Adriatico Stefano Giannini hanno così potuto “raccontare” la rinnovata offerta turistica delle due città ad una platea attenta e qualificata

L’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma ha ospitato martedì la serata promozionale organizzata in collaborazione con il locale ufficio dell’ENIT. L’assessore al turismo di Riccione Simone Gobbi e il Sindaco di Misano Adriatico Stefano Giannini hanno così potuto “raccontare” la rinnovata offerta turistica delle due città ad una platea attenta e qualificata.

Quattordici giornalisti specializzati e ventiquattro operatori turistici svedesi hanno ascoltato con interesse le parole dei due amministratori e non hanno mancato di approfondire, con numerose domande, la loro conoscenza di un territorio oramai da troppo tempo dimenticato dai turisti scandinavi.

Nonostante sia diffusissima la conoscenza dell’Italia e della costa romagnola, si è potuto constatare che la nostra riviera è conosciuta perlopiù come meta del turismo balneare. La serata è servita a rappresentare una vacanza dalle mille sfaccettature e altrettante opportunità alternative alla spiaggia. Diversi gli interessi da parte dei partecipanti alla serata: dal turismo attivo a quello enogastronomico. Dal turismo termale a quello più orientato alla storia, alla cultura e interessato a scoprire un entroterra sicuramente ricco di tante opportunità.

La serata è stata aperta dall’intervento dal dott. Massimo Montaruli, direttore dell’ufficio ENIT di Stoccolma che, con il suo staff, ha organizzato alla perfezione l’appuntamento. Subito dopo la presentazione dell’Assessore al turismo Simone Gobbi: “abbiamo costruito un’opportunità straordinaria –è il commenta dell’Assessore- raccontando il nostro territorio e i diversi tipi di turismo che offre Riccione e il suo entroterra, riposizionando la nostra destinazione ad un pubblico che poco conosceva le nostre nuove potenzialità. I video proposti e la degustazione dei prodotti tipici hanno trasmesso quell’emozione che deve caratterizzare la vacanza in riviera.

L’importanza dell’operazione è nell’aver allacciato importanti relazioni commerciali con i tour operator presenti, contatti che metterò a disposizione di tutti i nostri operatori turistici riccionesi. Importante la presenza anche di Thui e il loro forte interesse mostrato verso la nostra località. Una vera e importante operazione commerciale rivolta ad un target di clientela di livello con alta capacità di spesa e che può permetterci di portare flussi turistici in mesi come maggio giugno e settembre. E’ solo seminando e lavorando in questa maniera che si possono porre le basi per una strategia turistica che ci riporti a primeggiare là dove meritiamo di essere”.

All’incontro ha partecipato anche una rappresentante dei Club di Prodotto e Consorzi turistici riccionesi, che ha seguito la parte prettamente commerciale dell’iniziativa, per capitalizzare al meglio l’interesse suscitato dall’iniziativa. Per concludere: il più classico degli appuntamenti con la cucina romagnola. Piadina, salumi e formaggi innaffiati da un buon sangiovese, il tutto curato dallo chef Carlo Di Virgilio che già dallo scorso anno segue la parte culinaria di queste iniziative promozionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento