Shopping online, la scalata dell'e-commerce: in dieci anni attività quadruplicate

L'analisi della Camera di Commercio di Forlì-Cesena e Rimini evidenzia che le attività sono in particolare "rosa" e giovani

Sono 179 le imprese che svolgono attività di commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet (cd commercio elettronico o e-commerce) attive in provincia di Rimini. E' quanto emerge da un focus della Camera di Commercio di Forlì-Cesena e Rimini con dati aggiornati al 30 giugno.

Queste imprese rappresentano il 72,2% del commercio al di fuori dei negozi e mercati e il 3,6% del totale delle attività del commercio al dettaglio. Negli ultimi 10 anni tali incidenze sono fortemente aumentate: più che raddoppiate riguardo al peso sul commercio al di fuori dei negozi e mercati (35,3% al 30/06/2009) e più che quadruplicate con riferimento all’incidenza sul commercio al dettaglio nel suo complesso (0,8% al 30/06/2009). Rispetto al 30 giugno 2018 si è avuto un aumento delle imprese e-commerce del 6,5% mentre nel medio periodo (30/06/2014) la variazione positiva è stata del +57,0%. Ma è soprattutto nel confronto di lungo periodo che c’è stato il boom di questa tipologia di impresa: +326,2% rispetto al 30 giugno 2009, con le imprese e-commerce passate da 42 a 179 unità nell’arco di dieci anni; tale dinamica, differente da quella tradizionale del commercio al dettaglio (-7,2%), risulta essere superiore all’incremento registrato sia in Emilia-Romagna (+268,3%) che in Italia (+293,2%). Nel contesto emiliano-romagnolo, l’incremento decennale delle imprese che effettuano commercio elettronico in provincia di Rimini si piazza al terzo posto (dopo Ferrara e Ravenna); terza posizione anche per ciò che riguarda il peso delle stesse sul totale regionale (12,0%).

Alcune caratteristiche delle imprese dedite al commercio elettronico ci dicono inoltre chenla maggioranza è costituita da imprese individuali (63,7%), a cui seguono le società di capitale (25,7%) e le società di persone (10,6%); la quasi totalità (98,9%) è rappresentata da micro imprese (< 10 addetti) e solo un’esigua parte (1,1%) da piccole imprese (classe 10-49 addetti); il 25,7% sono imprese femminili, il 19,6% imprese giovanili e il 12,3% imprese straniere. In merito, infine, alla presenza sul territorio, 83 imprese e-commerce sulle 179 totali risiedono nel comune capoluogo di Rimini; delle restanti 96, si evidenziano i comuni di Riccione (16 unità), Cattolica (15), Misano (12), Santarcangelo (10), Bellaria, Coriano, San Giovanni e Verucchio (ciascuno di questi con 7 unità).    

L'analisi sul territorio

Negli ultimi dieci anni nell’area Romagna – Forlì-Cesena e Rimini si registra una forte crescita delle imprese e-commerce, superiore a quella regionale e nazionale; con un considerevole incremento dell’incidenza delle stesse sul totale del commercio al dettaglio. L’espansione riguarda sia la numerosità delle imprese che vi operano, sia il giro d’affari che ne viene generato.
Al 30 giugno 2019 nel sistema aggregato Romagna - Forlì-Cesena e Rimini risultano attive 316 imprese che svolgono attività di commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet (anche detto commercio elettronico o e-commerce); queste rappresentano il 66,2% del commercio al di fuori dei negozi e mercati e il 3,5% del totale delle attività del commercio al dettaglio. Negli ultimi 10 anni tali incidenze sono notevolmente aumentate: quasi raddoppiate riguardo al peso sul commercio al di fuori dei negozi e mercati (34,1% al 30/06/2009) e più che quadruplicate con riferimento all’incidenza sul commercio al dettaglio nel suo complesso (0,8% al 30/06/2009).

Rispetto al 30 giugno 2018 si è avuto un aumento delle imprese e-commerce del 5,7% mentre nel medio periodo (30/06/2014) la variazione positiva è stata del +50,5%. Ma è soprattutto nel confronto di lungo periodo che c’è stato il boom di questa tipologia di impresa: +315,8% rispetto al 30 giugno 2009, con le imprese e-commerce passate da 76 a 316 unità nell’arco di dieci anni; tale dinamica, differente da quella tradizionale del commercio al dettaglio (-7,1%), risulta essere superiore all’incremento registrato sia in Emilia-Romagna (+268,3%) che in Italia (+293,2%).

Infine, analizzando alcune caratteristiche delle imprese dedite al commercio elettronico si può dire che sono soprattutto imprese individuali (64,9%) mentre le società di capitale si attestano al 25,0%; la quasi totalità (il 99,4%) è rappresentata da micro imprese (< 10 addetti); il 24,4% sono imprese femminili, il 20,6% imprese giovanili e l’11,4% imprese straniere. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Carlo Cracco vignaiolo, lo chef inizia la vendemmia nella sua tenuta

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento