Economia

La Banca Carim approva il bilancio dell’esercizio 2016

Per l'istituto di credito riminese riduzione del 32% del numero di sportelli, anticipando il trend ora espresso dal sistema, e del 12% del numero dei dipendenti

L’opera di razionalizzazione, con conclude il comunicato stampa "ha consentito a Carim di confermarsi banca di riferimento per il territorio di elezione, ove esprime importanti quote di mercato, specie nella provincia storica di insediamento: oltre 19.000 i clienti assistiti con il credito, più di 90.000 i depositanti. Prossimità e mirato presidio del rischio hanno consentito di dimezzare il livello di concentrazione del credito erogato. La quota di reddito derivante dalla prestazione di servizi alla clientela è passata dal 62,3% al 87,7% dei proventi derivanti dall’intermediazione del denaro (depositi e prestiti). Nel corso del secondo semestre 2016 è stata avviata e conclusa una verifica ispettiva da parte della Banca d’Italia avente natura di aggiornamento rispetto alla precedente ispezione ordinaria del 2015. Gli esiti delle valutazioni sul portafoglio crediti sono stati interamente recepiti nel bilancio al 31 dicembre 2016. I livelli di copertura dei crediti in default fanno registrare i seguenti dati:    sofferenze al 61,9% (50,3% escluse le radiazioni parziali 2015) vs 59,0% sistema; deteriorati al 50,5% (41,0% escluse le radiazioni parziali 2015)  vs 46,4% sistema".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Banca Carim approva il bilancio dell’esercizio 2016

RiminiToday è in caricamento