menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rimini Bike Hotels si apre al mercato dei ciclisti statunitensi

Continua l’attività di promozione e marketing di Rimini Bike Hotels. In questi giorni è stato ospite in una delle 14 strutture associate un noto cicloamatore statunitense, capitano del gruppo Mule Hell Racing Virginia

Continua l’attività di promozione e marketing di Rimini Bike Hotels. In questi giorni è stato ospite in una delle 14 strutture associate un noto cicloamatore statunitense, capitano del gruppo Mule Hell Racing Virginia e nuovo Tour Operator di Rimini Bike Hotels sul mercato americano. Lee Willis, accompagnato dalla sua numerosa famiglia, ha conosciuto Rimini e il suo entroterra partecipando ogni giorno a itinerari in bicicletta che hanno toccato le più belle località dell entroterra: Santarcangelo, Verucchio, San Leo, San Marino, Sogliano, Longiano, Montiano, Sorrivoli e Monteleone.

E grazie a questa nuova collaborazione saranno in arrivo da aprile 2014 nelle strutture di Rimini Bike Hotels alcuni gruppi di ciclisti da lui coordinati. “E’ un territorio meraviglioso – ha commentato il Medico Chiropratico con la passione per la bici impegnato in questa sua nuova avventura professionale nel cicloturismo – ho apprezzato l’accoglienza e l’ospitalità super dei singoli hotels e della gente in generale di Rimini, la professionalità delle guide, gli splendidi itinerari e l’enogastronomia che sono sicuro sarà un grande elemento di richiamo per i ciclisti americani che il prossimo anno verranno a pedalare a Rimini con le rispettive famiglie”.

Martedì , prima del suo ultimo bike tour verso San Marino, Lee Willis è stato accolto per un saluto dalla Presidente dell’Associazione Albergatori di Rimini Patrizia Rinaldis (L’AIA di Rimini insieme all’Assessorato al Turismo della Provincia di Rimini  è partner del progetto Rimini Bike Hotels). “Una bella soddisfazione per questo nuovo club di prodotto legato alle vacanze in bicicletta l’aver intercettato un nuovo segmento turistico in un mercato molto interessante quale quello d’oltreoceano – commenta la Rinaldis -  l’apertura di Rimini agli USA è l’appeal che ha avuto la nostra città  su questi clienti (la famiglia Willis è stata anche ospite della Molo Street Parade, ndr), è il segnale che siamo sempre una destinazione di richiamo e che il cicloturismo può rappresentare a sua volta un importante veicolo di promozione”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragedia in A14: auto piomba su un gruppo di operai, automobilista perde la vita

  • Cronaca

    Renata Tosi lancia l'endorsement: "Sì a Rimini capitale della cultura 2024"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento