Slitta di un mese l'inizio dei saldi invernali: "Obiettivo recuperare le vendite di stagione"

Con lo spostamento della data dei saldi, slitterà anche il divieto di vendite promozionali che non scatterà più quindi dal 6 dicembre

Saldi posticipati di un mese in Emilia-Romagna. Partirà infatti dal 30 gennaio 2021 il periodo degli sconti in tutta la regione: la decisione è stata presa da viale Aldo Moro dopo l'incontro con i rappresentanti degli enti locali, delle organizzazioni di consumatori, delle associazioni maggiormente rappresentative del settore e dei sindacati. Una misura secondo la Regione necessaria "per dare un po' di respiro alle imprese commerciali, in particolare i negozi di abbigliamento e calzature, alle prese con le gravi difficoltà legate alla pandemia e alle conseguenti misure restrittive imposte a tutela della salute dei cittadini".

Con lo spostamento della data dei saldi, slitterà anche il divieto di vendite promozionali che non scatterà più quindi dal 6 dicembre. E nei trenta giorni precedenti all'avvio dei saldi invernali, in via straordinaria e dopo il passaggio in Assemblea legislativa, "sarà quindi sospeso il divieto di effettuare le vendite promozionali dei seguenti prodotti: abbigliamento, calzature, biancheria intima, accessori di abbigliamento, pelletteria e tessuti per abbigliamento e arredamento".

"Interveniamo ancora una volta, dopo il posticipo estivo dei saldi, con una misura condivisa con i territori- precisa l'assessore regionale al Commercio, Andrea Corsini- per dare alle imprese uno strumento in più per recuperare la stagione autunno-inverno penalizzata dal protrarsi dell'emergenza sanitaria e dalle limitazioni agli spostamenti delle persone con la collocazione della nostra regione in fascia arancione". Per Corsini "è una leva ulteriore che ha l'intento di sostenere le vendite del periodo e che deve essere affiancata da misure economiche ad hoc per dare un aiuto concreto a tutta la rete del commercio".

"Accogliamo con grande soddisfazione lo spostamento dell'avvio dei saldi invernali in Emilia-Romagna al 30 gennaio annunciato dall'assessore regionale Andrea Corsini". Lo dichiara Confesercenti della Provincia di Rimini. "Insieme alla sospensione del divieto di effettuare vendite promozionali nei 30 giorni precedenti, per cui attendiamo il passaggio in Assemblea legislativa, significa concedere una boccata di ossigeno in più alle attività commerciali, iniziando a ricreare condizioni di normalità per operatori e consumatori nel momento dell'uscita dalla zona gialla. Pensiamo che in un momento così difficile per il settore sia determinante la revoca del divieto di effettuare le vendite promozionali nei 30 giorni prima dei saldi, incoraggiando così i consumatori agli acquisti. La situazione resta comunque molto critica. La nostra speranza è che questa novità possa aiutare gli esercenti, a condizione che  non resti isolata, bensì sia accompagnata da ristori concreti dei danni subiti in questo difficilissimo periodo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento