RomagnaAcque è targata Rimini: Tonino Bernabè è il nuovo presidente

Tonino Bernabè è ufficialmente il nuovo presidente di Romagna Acque-Società delle Fonti Spa. La nomina è stata formalizzata all'interno dell'assemblea dei soci, svoltasi questa mattina all'hotel Globus di Forlì

Tonino Bernabè è ufficialmente il nuovo presidente di Romagna Acque-Società delle Fonti Spa. La nomina è stata formalizzata all'interno dell'assemblea dei soci, svoltasi questa mattina all'hotel Globus di Forlì. L'assemblea ha recepito la proposta del coordinamento soci anche per quento riguarda gli altri quattro membri del rinnovato Consiglio di Amministrazione: sono l'attuale amministratore delegato Andrea Gambi, nonché tre "tecnici" provenienti da altrettanti Comuni soci (come previsto dalla "spending rewiev"), rispettivamente Gianfranco Argnani dal Comune di Forlì, Luana Gasparini da quello di Ravenna e Gianni Gregorio da quello di Cesena.

Bernabè, che negli ultimi mandati è stato vicepresidente, succede ad Ariana Bocchini, che è stata per 7 anni presidente dell'Azienda.

"Ringrazio Ariana, assieme al cda uscente, per il lavoro svolto in questi anni - ha detto il nuovo presidente -: ci attende un lavoro in continuità con la buona gestione avuta sino ad ora, che si muova seguendo le linee guida del nostro importante piano degli investimenti, volto a garantire acqua di qualità in ogni momento dell'anno a tutto il territorio romagnolo. Siamo un'azienda che opera per l'intera Romagna: per cui cercheremo di rafforzare sempre più il nostro quotidiano rapporto con tutti i territori e con tutte le aree servite. E in termini operativi metteremo in atto anche alcune novità, principalmente in campo energetico".

Oltre alle nuove nomine, l'assemblea dei soci di Romagna Acque ha approvato anche il bilancio consuntivo 2012: nonostante un anno in parte siccitoso, l'azienda ha erogato compleassivamente oltre 112 milioni di metri cubi d'acqua, con un valore della produzione leggermente inferiore a 46 milioni di euro, un utile prima delle imposte di quesi 9 milioni di euro e un utile di esercizio di 6.073.882 euro.

A fronte di questi risultati, l'assemblea ha deliberato di destinare il 75,4% dell'utile di esercizio (pari a oltre 4 milioni e mezzo di euro) a dividendo agli azionisti, con un valore nominale per singola azione di 6,30 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento