Saldi estivi: quest'anno si parte il 7 luglio

I saldi estivi 2012 partono il 7 luglio. La data è già stata stabilita, per il primo sabato di luglio, come ogni anno. Non sono escluse anticipazioni dell'ultimo minuto

I saldi estivi 2012 partono il 7 luglio. La data è già stata stabilita, per il primo sabato di luglio, come ogni anno. Non sono escluse anticipazioni dell'ultimo minuto, coma già accaduto. Intanto nei negozi si parte con  con le vendite promozionali, che in questa grave congiuntura economica, che vede una contrazione dei consumi ancora più preoccupante dello scorso anno,  possono dare ai commercianti un po' di ossigeno.

Dal 7 luglio partono invece i veri e propri saldi, come in quasi tutte le regioni d'Italia ad eccezione di alcune, che anticipano la data a lunedì 2 luglio. I saldi in Emilia-Romagna dureranno 60 giorni. Con i prezzi più bassi la speranza è che siano in parecchi a mettere mano al portafogli. Centri storici e centri commerciali sono pronti per la sfida, anche in questo 2012 di crisi.

Alcuni consigli
Entrati nel negozio ricordatevi sempre che la merce in saldo deve essere separata da quella con prezzo normale
Ricordare che i prezzi esposti sono legge e sono vincolanti per il venditore
Chiedere al negoziante è se sarà possibile cambiare un prodotto e entro quanti giorni è possibile farlo.
E' bene evitare l'acquisto di prodotti che non riportano l'etichetta di composizione e di manutenzione.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento