San Patrignano svela tre nuove creature al Salone internazionale del Mobile a Rho

Il Design Lab di San Patrignano nasce tra i primi settori di formazione professionale della Comunità negli anni 80. San Patrignano assume nel tempo la forma di un borgo con tante botteghe di mestieri diversi

Al Salone internazionale del Mobile a Rho sono state svelate le nuove collezioni di arredi firmate San Patrignano. Elemento distintivo delle tre linee, firmate Carlo Colombo, Maurizio e Davide Riva e Stefano Rossignoli, l’alto valore artigianale che da sempre connota il Design Lab di San Patrignano. Polo di maestranze con sede nella comunità di recupero riminese dove i ragazzi ospiti acquisiscono una professionalità specifica, dalla falegnameria ai parati passando per il ferro battuto.

“Un sogno donare la mia creatività a ragazzi che hanno dovuto ricredere in se stessi e quindi riportare nella giusta direzione la traiettoria della loro vita” ha dichiarato il designer Carlo Colombo, in occasione di un saluto allo stand di San Patrignano. Pienamente soddisfatto dei frutti della collaborazione anche Maurizio Riva: “Il risultato è buonissimo, l’immagine è molto pulita, leggera. Il progetto rappresenta una grande crescita per i ragazzi della falegnameria a cui va tutta la mia stima”.

Il Salone del Mobile fa da vetrina anche alla capsule collection Poltrona Frau per San Patrignano. Quattro esemplari dell’iconica “Vanity Fair” con un rivestimento esclusivo disegnato da Carlo Colombo. I designer stessi, insieme ai ragazzi del Design Lab di San Patrignano, sono l’anima dei Fuori Salone a SpazioSanpa, il concept store a Milano in Piazza Sant’Erasmo 3, allestito con i nuovi arredi dove degustando un aperitivo a base dei prodotti enogastronomici di San Patrignano si può curiosare tra i vari manufatti provenienti dai laboratori artigianali.

Il Design Lab di San Patrignano nasce tra i primi settori di formazione professionale della Comunità negli anni 80. San Patrignano assume nel tempo la forma di un borgo con tante botteghe di mestieri diversi. Fra queste la falegnameria, i fabbri, i parati, le decorazioni, dove convergono architetti affermati, ebanisti, artigiani, designer attratti dall’energia densa di umanità di San Patrignano e dalle potenzialità di un polo artigianale in grado di esprimere carattere ed eleganza attraverso la manualità. Il Design Lab coltiva una conoscenza fatta di ingegno, creatività, contaminazione, equilibrio. Qui i ragazzi misurano se stessi unendo al percorso di recupero l’acquisizione di competenze professionali, un bagaglio di sapere essenziale al loro reinserimento a pieno titolo in società.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

Torna su
RiminiToday è in caricamento