Santarcangelo, nel bilancio di previsione più attenzione per il sociale

Nell'introdurre l'argomento, il sindaco Parma ha sottolineato l'importanza del bilancio e quindi del Piano Generale di Sviluppo quali strumenti di programmazione dell'attività dell'ente lungo tutto il mandato amministrativo

Il Consiglio comunale di Santarcangelo di giovedì si è aperto con la comunicazione del sindaco Alice Parma in merito al danneggiamento delle bacheche di Forza Italia e Fratelli d’Italia-An presenti sotto i portici del Municipio. “Vorrei esprimere il mio disappunto – ha affermato il sindaco – per due ragioni principali: prima di tutto per il fatto che danneggiare un bene pubblico è sempre un atto di inciviltà, egoismo e offesa alla collettività. Per la stessa ragione, proprio in questi giorni, abbiamo dovuto transennare il gioco inclusivo inaugurato lo scorso febbraio al Campo della Fiera, perché c’è stato chi l’ha utilizzato impropriamente privando i più piccoli di un divertimento condiviso. Ma il mio disappunto nasce anche dal fatto che danneggiare lo spazio istituzionale in cui una forza politica ha la possibilità di esprimersi è una mancanza di rispetto nei confronti del Consiglio comunale”. Il sindaco ha quindi espresso l’augurio che simili gesti non si ripetano.

Il sindaco Parma ha quindi comunicato al Consiglio comunale di aver assunto la presidenza dell’Associazione Santarcangelo dei Teatri, che ha di recente avviato una riorganizzazione interna volta a snellire la struttura al fine di renderla maggiormente rispondente alle mutate condizioni del settore culturale che fra l’altro deve fare i conti con la fuoriuscita delle Province dal quadro delle istituzioni di riferimento. “Per sottolineare l’importanza di questo istituto culturale per la Giunta e la sua centralità nello sviluppo turistico e culturale del nostro paese – ha quindi concluso – la presidenza dell’ente viene assunta dal sindaco”.

A seguire il sindaco Parma ha comunicato le nomine in altri due enti: la prima relativa alla presidenza di Focus, lo strumento che l’Amministrazione comunale ha creato per la gestione del patrimonio culturale di Santarcangelo, che viene assunta da Eugenio Tontini, capo di gabinetto del sindaco. Una figura di fiducia quindi in grado di esercitare un ruolo di collegamento tra Giunta e Fondazione, ricoperto in passato dall’assessore alla Cultura. La seconda nomina riguarda invece l’Asp Vallemarecchia (l’Azienda dei Servizi alla Persona), all’interno della quale sono stati nominati come consiglieri Elisa Venturini e Francesco Soldati.

Il primo atto deliberativo approvato dal Consiglio comunale ha riguardato lo schema di convenzione tra i Comuni di Bellaria Igea Marina, Poggio Torriana, Santarcangelo e l’Unione di Comuni Valmarecchia per la gestione in forma associata della Comunità Educativa Territoriale (Cet). L’argomento è stato illustrato dall’assessore ai Servizi scolastici ed educativi Pamela Fussi che ha spiegato l’intenzione delle amministrazioni coinvolte di rinnovare la convenzione della Comunità Educativa Territoriale dando continuità alla rete storicamente costituita attraverso il conferimento della gestione all’Unione di Comuni Valmarecchia fino al 31 dicembre 2017. La delibera è stata approvata con i voti favorevoli della maggioranza Pd-Sinistra Unita per Santarcangelo e l’astensione dei gruppi di minoranza M5S, Progetto Civico, FdI-An e Una mano per Santarcangelo.

Il Consiglio comunale è quindi passato alla trattazione del bilancio di previsione 2015 e di tutti i provvedimenti annessi (dal programma triennale dei lavori pubblici agli indirizzi in materia tributaria e tariffaria). Nell’introdurre l’argomento, il sindaco Parma ha sottolineato l’importanza del bilancio e quindi del Piano Generale di Sviluppo quali strumenti di programmazione dell’attività dell’ente lungo tutto il mandato amministrativo. “Si tratta del primo bilancio di questa amministrazione – ha aggiunto – che deve subito fare i conti con ulteriori tagli nei trasferimenti statali e con un ritardo dovuto all’incertezza normativa che rende più complessa la programmazione dell’ente, dal momento che il quadro economico muta in continuazione”. Tornando al Piano Generale di Sviluppo, il sindaco ha spiegato che i temi in esso contenuti rappresentano la prima aggregazione degli impegni elettorali per aree significative di attività, mentre gli obiettivi strategici sviluppano le macroaree per tipologia d’intervento o di utente a cui sono rivolti gli obiettivi. Le azioni strategiche rappresentano, infine, la fase operativa della realizzazione degli obiettivi.

Per il vice sindaco e assessore al Bilancio Emanuele Zangoli, quello in approvazione è un bilancio politico, frutto di scelte maturate dopo un ampio confronto, durato mesi, con le forze sociali e imprenditoriali della città, nonché attraverso diversi incontri pubblici con i cittadini delle frazioni e del capoluogo. “Questo che andiamo a discutere può essere considerato un bilancio collettivo, un lavoro condiviso che per la prima volta è stato illustrato in fase di formazione a tutte le forze politiche, addirittura prima di ottenere il via libera da parte della Giunta comunale”. Il vice sindaco, dopo aver ringraziato il Collegio dei Sindaci Revisori per il lavoro svolto, ha quindi illustrato sinteticamente le principali novità contenute nel bilancio, fra cui l’incremento dell’attenzione al sociale con l’aumento degli stanziamenti, l’esenzione dell’addizionale Irpef per i redditi fino a 10mila euro, la costituzione di un fondo per le imprese in difficoltà a cui possono attingere anche coloro che perdono il lavoro, il mantenimento delle riduzioni e delle esenzioni dal pagamento della tassa sui rifiuti per le famiglie a basso reddito, il fondo Tari a favore delle imprese particolarmente gravate dagli aumenti, previsti per legge, della tassa sui rifiuti, nonché il fondo per favorire le imprese di nuova costituzione.

A questi provvedimenti si aggiungono l’attenzione al settore delle manutenzioni – con investimenti per mantenere elevata la qualità urbana della città – e l’Art Bonus, ovvero la possibilità per i privati di sostenere la cultura santarcangiolese beneficiando della detrazione fiscale prevista dallo Stato a cui si aggiunge una detrazione sull’Imu prevista per la prima volta dall’Amministrazione comunale. In merito alla tempistica con cui il bilancio viene approvato, il vice sindaco ha sottolineato la difficoltà nella programmazione a causa dei tanti provvedimenti emanati a livello nazionale. “Tanti altri Comuni, al pari di Santarcangelo, hanno scelto di approvare solamente adesso il bilancio perché per fare delle proposte credibili occorre essere certi delle risorse di cui si dispone”, ha quindi concluso il vice sindaco.

Sul bilancio di previsione sono intervenuti i consiglieri Beccati e Andreazzoli (M5S), Rinaldi, Ceccarini Capriotti e Martignoni (Pd), Berlati (Progetto Civico), Montevecchi (FdI-An), Novelli (Una mano per Santarcangelo), Zaghini (Sinistra unita per Santarcangelo).
Prima delle votazioni sul bilancio di previsione, i consiglieri hanno approvato all’unanimità un emendamento presentato dalla consigliera Andreazzoli (M5S), che riformula i coefficienti relativi ai conferimenti presso la Stazione ecologica. Il bilancio di previsione 2015, il bilancio triennale 2015/2017 e la relazione previsionale e programmatica sono stati  approvati con i voti favorevoli di Pd e Sinistra Unita per Santarcangelo, mentre hanno espresso voto contrario Movimento 5 Stelle, Progetto Civico, FdI-An e Una mano per Santarcangelo.
Il Consiglio comunale è quindi proseguito con la trattazione delle mozioni. Due quelle approvate: la prima riguardante l’introduzione dello strumento del bilancio partecipativo presentata dal consigliere Beccati del Movimento 5 Stelle (hanno votato a favore i partiti di minoranza, mentre si sono astenuti quelli di maggioranza); la seconda presentata dal consigliere Martignoni (Pd) per la riduzione del consumo di suolo attraverso un’indagine tendente a individuare i proprietari di terreni che in seguito alle difficoltà del comparto edile, intendono rinunciare alla capacità edificatoria prevista. La mozione, emendata su proposta del consigliere Novelli, è stata approvata con i voti favorevoli di Pd, Sinistra Unita per Santarcangelo, M5S e Una Mano per Santarcangelo. Si sono astenuti Progetto Civico e FdI-An.

Tutte le altre mozioni all’ordine del giorno sono state invece respinte ad eccezione di quella per la riduzione dell’aliquota Imu in favore dei proprietari degli immobili allagati in seguito alle piogge di inizio febbraio che non è stata trattata a causa dell’assenza del consigliere Crivellari (FI) che l’aveva proposta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento