menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La riminese Scrigno rinnova il matrimonio con il colosso francese Saint Gobain

L’azienda è presente in 16 Paesi al mondo e vede nell’internazionalizzazione la sua crescita. Per questo motivo la maggior parte degli investimenti viene indirizzata sulle strategie di marketing

Scrigno, azienda riminese specializzata nella produzione e commercializzazione di controtelai per porte e finestre scorrevoli a scomparsa sigla il rinnovo dell’accordo triennale con il colosso francese Saint Gobain, leader mondiale nel settore edilizia, raggiungendo nel 2014 25 milioni di ordini in terra francese. Il marchio si è inoltre aggiudicato contratti in Spagna per 3 milioni di euro e ha inaugurato la nuova sede Scrigno Sro a Praga per aprirsi a Repubblica Ceca e Polonia.

Presente in 64 Paesi al mondo con 42 miliardi di euro di fatturato nel 2013 e 190 mila dipendenti, Saint Gobain, fondata in Francia nel 1665 da Jean-Baptiste Colbert per volere di Luigi XIV, è leader mondiale nella produzione e distribuzione di materiale per l’edilizia moderna. Questo accordo commerciale con Scrigno, che si estende a tutte le insegne collegate a Saint Gobain, permetterà alle due realtà di collaborare non solo sul mercato francese, ma anche su quello italiano, spagnolo e ceco.

"Il rinnovo di questo prestigioso accordo e i contratti che abbiamo chiuso in Spagna – spiega l’amministratore unico di Scrigno, Mariacristina Berardi –, rappresentano per noi un ulteriore passo avanti nel processo di internazionalizzazione e ci aprono le porte a nuove sfide in mercati europei ancora da esplorare, come Inghilterra, Germania e Nord Europa, e nel bacino del Mediterraneo, tutte aree queste di sicuro interesse per il grande sviluppo nell’edilizia, il vero motore capace di far ripartire l’economia. Londra, ad esempio, è attualmente un vero e proprio cantiere a cielo aperto". E aggiunge: "L’alta qualità dei nostri prodotti e servizi, per i quali risultiamo essere i più imitati al mondo nel nostro settore, è stata la chiave che ci ha permesso di riconfermare la collaborazione con Saint Gobain, che già ci considera tra i suoi fornitori partner più qualificati e affidabili".

In quest’ottica di progressiva espansione verso i mercati esteri, Scrigno ha recentemente inaugurato la nuova sede di Praga, Scrigno Sro, voluta per commercializzare i controtelai in Repubblica Ceca e Polonia, due mercati maturi e in forte espansione dal punto di vista dell’edilizia, e “terra di conquista” delle grandi multinazionali, che qui stanno concentrando i loro investimenti. Secondo le previsioni del management, questa nuova filiale svilupperà nei prossimi 5 anni un giro d’affari di circa 6 milioni di euro.

"Il mondo sta cambiando e si va sempre di più verso una civiltà dei single fatta di piccoli appartamenti, nei quali il recupero dello spazio diventa di fondamentale importanza – sostiene Berardi –. Il nostro controtelaio scorrevole a scomparsa, un prodotto tipicamente italiano, trova quindi facile introduzione e applicazione in moltissimi Paesi al mondo grazie alla sua peculiare capacità di donare spazio all’interno degli ambienti in cui viene installato. Questo offre un indubbio ritorno sia per il cliente finale che per le imprese edili che decidono di adottarlo".

Scrigno, che per mantenere alta la qualità dei propri prodotti ha deciso di non scendere mai a compromessi e di dire no ai facili guadagni, alla concorrenza sleale e all’improvvisazione, ha investito negli ultimi 6 anni oltre 21 milioni di euro in tecnologia e nuovi impianti, e ha recentemente avviato i lavori di rifacimento di parte della storica sede di Sant’Ermete attraverso un importante intervento architettonico volto a creare un nuovo polo tecnologico destinato alla formazione tecnica e commerciale, e al nuovo showroom.

Il Gruppo Scrigno, di cui oltre alla riminese Scrigno Spa fanno parte anche Scrigno France (con sede in Borgogna a Montceau le Mines), Scrigno España (con sede a Barcellona) e la nuova nata Scrigno Sro (con sede a Praga), vanta 140 dipendenti e una produzione annua di 300 mila controtelai. L’azienda è presente in 16 Paesi al mondo e vede nell’internazionalizzazione la sua crescita. Per questo motivo la maggior parte degli investimenti viene indirizzata sulle strategie di marketing. Secondo le previsioni del management, l’anno in corso dovrebbe chiudersi con gli stessi positivi risultati economici messi a segno nel 2013.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ritenzione idrica: come eliminarla in poche mosse

Ristrutturare

Come trasformare una finestra in un balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento