Sgravi Irap in montagna, la Regione accoglie semila richieste: le risorse per il Riminese

Gli assessori Colla e Lori: "Attraverso il credito d'imposta diamo così un aiuto concreto agli imprenditori che operano dove fare impresa è più difficile"

Sono quasi 6.000 le richieste accolte, con un contributo della Regione Emilia-Romagna di 21,7 milioni di euro, di imprese, commercianti, artigiani e professionisti dell'Appennino emiliano-romagnolo di 100 Comuni che hanno richiesto il taglio dell'Irap con il primo bando del settembre 2019. Il secondo bando invece, esteso anche alle aree piu' depresse del ferrarese, e' stato chiuso il 29 maggio con 1.236 richieste, in 25 Comuni, per un contributo regionale di quasi 4,8 milioni di euro "che sara' concesso in proporzione agli importi dovuti, come credito d'imposta, da utilizzarsi per il pagamento negli anni 2020-2022", come fa sapere la Regione.

"Registriamo un esito positivo di questa misura, un aiuto concreto alle aziende, agli esercenti e ai titolari di attivita' di lavoro autonomo che operano in Appennino e nelle aree svantaggiate del ferrarese, ma anche un contributo per sostenere la ripartenza dopo il lockdown imposto dall'emergenza sanitaria", commentano in una nota gli assessori regionali Vincenzo Colla (Sviluppo economico e lavoro) e Barbara Lori (Montagna e programmazione territoriale). "La quasi totalita' delle domande e' stata accolta e tutti i 125 comuni destinatari della misura- aggiungono Colla e Lori- sono stati coinvolti, a dimostrazione dell'importanza di questo contributo a sostegno delle attivita' produttive insediate nelle zone interessate. Attraverso il credito d'imposta diamo cosi' un aiuto concreto agli imprenditori che operano dove fare impresa e' piu' difficile. Dopo l'emergenza coronavirus vogliamo ripartire anche da queste piccole comunita', contrastando le difficolta' aggravate da una crisi che il tessuto economico locale rischia di subire in maniera sensibile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con il primo bando la sola provincia di Bologna ha visto l'assegnazione di quasi sei milioni di euro, tra cui spicca Sasso Marconi con 196 imprese beneficiarie, seguito da Alto Reno Terme con 155. Sono 5,5 i milioni assegnati in provincia di Modena con Pavullo nel Frignano che ha visto 412 imprese assegnatarie, a seguire la provincia di Reggio Emilia e Parma con rispettivamente 3,5 e 2,5 milioni di euro di risorse assegnate e infine le province di Rimini, Piacenza e Ravenna che complessivamente hanno potuto contare su 2,2 milioni di euro di contributo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento