Sabato, 13 Luglio 2024
Economia

Sportello alberghi: dal Comune tutte le opportunità per riqualificare, ampliare e innovare l’offerta ricettiva

Già una decina gli operatori e i tecnici che hanno chiesto consulenza in questo primo mese e mezzo di attivazione del servizio

E’ operativo dalla fine del mese di maggio il nuovo sportello alberghi, il servizio rivolto ai titolari e gestori delle strutture ricettive riminesi e in generale agli imprenditori del settore turistico, istituito allo scopo di supportare i privati intenzionati ad investire nell’innovazione dell’offerta turistica. In queste prime settimane di attività sono almeno una decina i privati, tra proprietari, gestori e professionisti incaricati dagli stessi operatori, ad essersi rivolti allo sportello per una consulenza e per raccogliere informazioni sulle diverse opportunità messe a disposizione dagli strumenti urbanistici adottati a livello locale per incentivare l’ammodernamento e l’innalzamento della qualità delle strutture ricettive, sia dal punto di vista strutturale e di potenziamento delle funzioni e dei servizi offerti alla clientela, sia sotto il profilo del miglioramento delle prestazioni energetiche e quindi della sostenibilità delle strutture stesse.
 
“A meno di un mese e mezzo dall’attivazione dello sportello registriamo un interesse da parte dei privati rispetto alle possibilità a loro disposizione per innovare le proprie strutture – sottolinea l’assessora alla pianificazione del territorio Roberta Frisoni – Un segnale che interpreto positivo, che mi auguro possa essere l’avvio di un percorso di collaborazione con gli operatori turistici nel percorso di innovazione del patrimonio ricettivo del nostro territorio. Un cammino che, oltre agli strumenti che le Amministrazioni possono mettere in campo, necessiterebbe anche di una politica nazionale industriale di ampio respiro, a supporto dei regolamenti e degli incentivi urbanistici predisposti a livello locale”.
 
Le opportunità previste dal RUE – regolamento urbanistico edilizio – sono molteplici e sono riassunte nel flyer distribuito agli albergatori in occasione del lancio dello sportello e dove sono indicate le possibilità a disposizione per chi voglia intervenire sulle sole aree esterne, per chi vuole intervenire sull’edificio senza demolire e per chi invece pensa ad una demolizione e ricostruzione totale della struttura, attraverso progetti di sostituzione edilizia. Si va dunque dagli interventi sulle aree pertinenziali con opere di arredo come ombrelloni, pergole, piscine e dehors o le integrazioni di attività complementari, come parcheggi, spa e sale congressi fino alle misure a favore del recupero degli edifici dismessi da destinare a usi residenziali collettivi, come studentati o alloggi per lo staff degli hotel.  Per chi intende espandere le proprie attività, sono previsti progetti di ampliamento che rispettano l'integrità delle strutture esistenti, come il cambio d'uso di negozi al piano terra o l'ampliamento in sopraelevazione e aderenza. Inoltre, è possibile ampliare la struttura annettendo una o più strutture di lotti adiacenti, mantenendo l'unità dei servizi e l'uso ricettivo-alberghiero, anche in edifici senza collegamenti funzionali, oppure sfruttando i vantaggi dell'accorpamento, collegando funzionalmente i nuovi volumi.  
Lo sportello offre informazioni anche agli imprenditori che vogliano investire in un’attività su suolo pubblico, ampliando ad esempio il proprio chioschi di alimenti e bevande o aprendo una nuova attività ludico-sportiva partecipando a bandi specifici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sportello alberghi: dal Comune tutte le opportunità per riqualificare, ampliare e innovare l’offerta ricettiva
RiminiToday è in caricamento