Domenica, 14 Luglio 2024
Economia

Grazie ai Suap camerali un taglio alla burocrazia, nel corso del 2021 sono state trasmesse 8.182 pratiche

Gli Sportelli Unici per le attività produttive (Suap) snelliscono la burocrazia e riducono i tempi per le procedure amministrative alle oltre 31.000 imprese dei 14 Comuni del territorio

Lo Sportello Unico Attività Produttive (Suap) rappresenta da anni un asset primario del rapporto tra la Camera di commercio e il tessuto produttivo, ed è certamente uno degli esempi concreti che meglio esprime l'efficacia della collaborazione tra il Sistema camerale e le altre pubbliche amministrazioni. A confermarlo sono i numeri record del 2021 che mostrano come, attraverso la piattaforma Suap raggiungibile tramite il portale www.impresainungiorno.gov.it, siano state presentate a livello nazionale oltre 900.000 pratiche, per un totale di 1.225.000 procedimenti amministrativi. Un incremento del 44% rispetto al 2019 e del 37% rispetto al 2020, anno penalizzato fortemente dalla pandemia. Questi numeri sono stati raggiunti grazie all'adesione al Suap camerale da parte di ben 3.981 comuni, pari a più del 50% del totale nazionale.

Il Suap si configura oggi non più solo come strumento amministrativo della Pubblica Amministrazione, ma anche come alleato per la definizione di strategie programmatiche che rispondano alle necessità del territorio. Sono 14 i Comuni del territorio di competenza della Camera della Romagna, che hanno aderito al Suap camerale, tutti dell’area riminese: Cattolica, Coriano, Misano Adriatico, Rimini, Riccione, San Giovanni in Marignano e Unione dei Comuni della Valconca (Gemmano, Mondaino, Montefiore Conca, Montegridolfo, Montescudo - Monte Colombo, Morciano di Romagna, Saludecio, San Clemente). Nel corso del 2021 sono state trasmesse 8.182 pratiche, oltre il 7,9% in più rispetto alle 7.582 del 2020. Nei primi tre mesi del 2022 sono circa 2.000 le pratiche presentate tramite Suap camerale, in linea con i numeri dello scorso anno.

“Promuoviamo con convinzione il Suap camerale, impresainungiorno, perché è la soluzione informatica più utile a supportare le imprese nel rapporto con la Pubblica Amministrazione. Il Suap camerale, infatti, snellisce la burocrazia e riduce i tempi delle procedure amministrative e rende più fluidi i passaggi di documenti, evitando passaggi inutili – commenta Roberto Albonetti, segretario generale della Camera di commercio della Romagna –. Il Suap camerale è un’infrastruttura tecnologica articolata che, da un lato, consente alle imprese di poter gestire tutte le pratiche amministrative relative alla propria attività da un unico punto di accesso, ottenendo risposte rapide e competenti. Dall’altro lato, aiuta i Comuni a gestire tutti procedimenti che regolano l’attività d’impresa e che transitano, digitalmente, dai loro uffici, consentendogli di offrire un servizio tempestivo ed efficiente alle imprese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grazie ai Suap camerali un taglio alla burocrazia, nel corso del 2021 sono state trasmesse 8.182 pratiche
RiminiToday è in caricamento