Lunedì, 15 Luglio 2024
Economia

Tutti in fila per il Superbonus 110% e per ristrutturare casa, già raddoppiate le domande rispetto il 2021

Tra le misure che stanno restituendo risultati positivi, anche l’introduzione di un iter semplificato per i cittadini che presentano domanda per l’installazione del cappotto termico o cappotto di facciata

Non si è ancora concluso l’anno e sono già quasi raddoppiate le domande - rispetto a tutto il 2021 - delle agevolazioni previste dal superbonus 110%, introdotto dal decreto rilancio nel 2020 per dare impulso alla rigenerazione degli edifici in ottica di risparmio energetico. Sono infatti 630 ad oggi le domande presentate in Comune che riguardano le ristrutturazioni edilizie e di riqualificazione energetica; a fronte delle 350 che complessivamente erano state presentate in tutto il 2021. Un aumento dovuto anche grazie alla procedura agevolata introdotta dall’Amministrazione Comunale.

In particolare dall’inizio dell’anno sono 580 le cosiddette “Cilas”, “Comunicazione Inizio Lavori Asseverata Superbonus”, protocollate in Comune, a cui si aggiungono anche 50 “Scia”, ovvero le  “Segnalazione Certificata di Inizio Attività”, sempre previste dalla  legge del super bonus 110%, ma per interventi più "pesanti" quali le demolizioni e ricostruzioni. Obiettivi definiti principali tra i nuovi strumenti e regolamenti urbanistici adottati dal Comune di Rimini, che insieme alle agevolazioni fiscali introdotte a livello nazionale, hanno contribuito a stimolare gli interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio esistente. Parallelamente sono state molteplici le azioni adottate dall’Amministrazione per cercare di snellire le procedure a carico degli uffici e per limitare le incombenze per i privati. Tra le misure che stanno restituendo risultati positivi, anche l’introduzione di un iter semplificato per i cittadini che presentano domanda per l’installazione del cappotto termico o cappotto di facciata per i casi in cui l’area pubblica su cui si affaccia l’edificio interessato dall’intervento sia di proprietà del Comune di Rimini, oppure di proprietà privata ma ad uso pubblico.

A partire dal 31 gennaio scorso è possibile presentare le pratiche edilizie tramite ’Accesso Unitario, la piattaforma web della Regione Emilia-Romagna, contenente tutte le indicazioni necessarie, attraverso la quale è possibile fare la compilazione e la trasmissione al Comune della pratica edilizia. Una procedura che può essere presentata da persone fisiche o giuridiche, aventi titolarità a intervenire su un bene immobile, con l’assistenza di un progettista abilitato a cui dovrà essere conferita procura speciale per la sottoscrizione digitale e la trasmissione telematica della pratica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti in fila per il Superbonus 110% e per ristrutturare casa, già raddoppiate le domande rispetto il 2021
RiminiToday è in caricamento