Turismo, 2015 con il segno più: crescono gli italiani, boom a dicembre

Il 2015 - secondo i dati provvisori sul movimento turistico nella provincia di Rimini - si chiude con un risultato in crescita sia in termini di arrivi (+4%) che di presenze (+1,4%)

Capodanno a Rimini

Il 2015 - secondo i dati provvisori sul movimento turistico nella provincia di Rimini - si chiude con un risultato in crescita sia in termini di arrivi (+4%) che di presenze (+1,4%). Si conferma in particolare il trend di crescita dei turisti italiani, che compensa abbondantemente la flessione di arrivi e presenze stranieri.

Il mese di dicembre segna un vero e proprio boom di turisti nelle città (+22,7% gli arrivi, +21,1% le presenze), attratti dagli eventi del Capodanno della Riviera di Rimini, che resta ancora una volta sopra l’asticella dei 15 milioni di pernottamenti (15.278.677).

I numeri relativi al periodo gennaio-dicembre 2015 sono forniti ed elaborati dall’Ufficio Statistica della Provincia di Rimini, il quale opera in un preciso e ufficiale contesto legislativo.

I DATI 2015 - Il 2015 conferma il gradimento crescente degli italiani: se nel 2014 gli arrivi  erano cresciuti del 3,1% quest’anno il trend si rafforza segnando una crescita dell’8,1%. Ma sono i dati sui pernottamenti degli italiani (+5,6% contro il -2,5%) che indicano la robustezza del trend positivo: un aumento dei flussi da tutte le Regioni, a cominciare da quelle che storicamente rappresentano lo zoccolo duro del segmento italiano sulla Riviera di Rimini (Lombardia +7,3%, Emilia-Romagna +5,9%, Piemonte +5,3% e Veneto +5,8%).

Il segmento estero, pur incidendo relativamente meno sul dato complessivo, continua invece a contrarsi sia sugli arrivi (-9,9%) che nei pernottamenti (-10,6%), dovuto ancora una volta al decremento drastico del turismo russo, che sconta soprattutto una debolezza senza precedenti del rublo (-50,7% gli arrivi e –54% le presenze). D’altro canto, continua anche nel 2015 la positiva ripresa del mercato tedesco (+2,6 gli arrivi e +1,3% le presenze) e di quello francese (+11,2 gli arrivi e +9,6% le presenze).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL COMMENTO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI RIMINI, ANDREA GNASSI - “Dopo un 2014 oggettivamente difficile, nel 2015 i segnali di ripresa si fanno decisamente più nitidi e l’anno si chiude con un doppio segno più, non soltanto sul fronte degli arrivi ma anche su quello dei pernottamenti nelle nostre strutture ricettive. E questo nonostante le perduranti difficoltà generali del turismo russo che deprime il dato sull’estero e che ormai, per problematiche varie legate al rublo e alla situazione geopolitica, sta disertando sistematicamente le mete turistiche italiane e europee. Il netto incremento del turismo nazionale ci consegna un primato e torniamo così ad essere la ‘riviera degli italiani’, mentre sul fronte estero si registrano il trend in costante ascesa del mercato tedesco e incrementi incoraggianti per i mercati austriaco, svizzero, francese e anche inglese; quest’ultimo oggetto di alcune interessanti azioni di promozione da parte dell’Apt e del territorio riminese. Nel 2015 abbiamo risposto bene come sistema turistico per gran parte dei mesi dell’anno con una crescita importante anche nel mese di dicembre; un positivo salto in avanti dovuto principalmente al ricco programma di eventi allestito dai Comuni della provincia. Su questa linea dovremo muoverci anche nel 2016, incrementando ancora di più la sinergia e la collaborazione tra i Comuni, parallelamente all’attuazione dei progetti di riqualificazione e valorizzazione del patrimonio monumentale e artistico in atto. Non solo, proprio sul mercato tedesco, Apt e territorio avvieranno una importante azione di promozione a partire dalla Pentecoste. E un aspetto sarà altrettanto decisivo: che si diradino le incertezze su alcune partite- la gestione della spiaggia, le leggi per elevare ‘l’industrializzazione’ del settore turistico- che non possono più attendere.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento