Economia

Turismo, albergatori e Comune: "Due week end molto positivi per Rimini"

Patrizia Rinaldis (Aia): "La stagione ce la stiamo giocando giorno per giorno, in aumento le telefonate dei clienti abituali che vogliono tornare a fare le vacanze in Riviera"

Il turismo torna a muoversi e, nella prima settimana di giugno complice anche il ponte, spiagge ed hotel di Rimini sono tornati ad animarsi facendo ben sperare per una stagione turistica. Dal comune e dagli albergatori arrivano le conferme di segnali positivi indicando, per la fine del mese, una ripartenza in piena regola. “I primi due week end che potremmo definire ‘della ripresa’ sono stati molto positivi per Rimini in termini di prenotazioni alberghiere e attività dei pubblici esercizi in città - ha spiegato l'assessore alle Attività economiche Jamil Sadegholvaad. - Davvero un incoraggiante avvio della stagione estiva, che fa ben sperare per le prossime settimane e per i prossimi mesi. Lo dico a bassa voce, ma l’auspicio è che progressivamente e in tempi rapidi Rimini potrà riannodare il filo di arrivi e presenze turistiche, interrotto dopo il 2019.  Voglio però aggiungere una riflessione che non riguarda solo Rimini ma tutti i grandi poli attrattori del Paese. Ormai ogni città d’Italia, soprattutto nei week end, deve registrare episodi spiacevoli, se non violenti, legati allo svolgimento della cosiddetta ‘movida’, sempre più difficile da controllare. Lo spiega quest’oggi anche la vice sindaco di Milano, Anna Scavuzzo, commentando i fatti di cronaca, accaduti a Milano nel fine settimana. L’amministratrice registra livelli di aggressività in crescita, indirettamente legati alla fase di ‘compressione’ dovuta ai lockdown. Al di là di queste spiegazioni para sociologiche, è necessario definire modalità di controllo e di presidio dell’ordine pubblico sempre più sinergiche tra forze di polizia, comuni, operatori economiche e residenti. Per questo ho parlato questa mattina con il Prefetto, dottor Forlenza, per tenere questa settimana un Comitato provinciale per l’Ordine pubblico e la Sicurezza, specificatamente dedicato alle tematiche e problematiche legate al turismo, quella della movida e dei rinforzi estivi di polizia in primis. Abbiamo la necessità di muoverci in maniera collegiale davanti a fenomeni che non sono da demonizzare ma che devono essere gestiti tenendo conto di innumerevoli elementi”. 

"Molti hotel sono ancora chiusi - aggiunge Patrizia Rinaldis - ma dal 17 giugno apriranno anche loro per avere le strutture tutte operative entro la fine del mese. I fine settimana, però, vanno molto in base alle previsioni meteo e nella seconda parte della scorsa settimana abbiamo dovuto fare i conti con l'annuncio del maltempo. La ripartenza degli eventi, soprattutto quelli sportivi, è stata fondamentale per diverse strutture e ad oggi abbiamo 18 hotel al completo grazie agli atleti del volley. Per il resto la stagione ce la giochiamo giorno per giorno ma i segnali positivi ci sono tutti. Già dalla scorsa settimana stiamo ricevendo almeno 60 telefonate al giorno soprattutto da parte dei vacanzieri abituali che, nel 2020, non erano venuti da noi per il timore del Covid e che quest'anno con la vaccinazione sono pronti a trascorrere le ferie a Rimini. I primi dati indicano, per luglio, un tasso di riempimento intorno al 50% e con la fine delle scuole sono tante le famiglie che si stanno organizzando per la vacanza al mare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, albergatori e Comune: "Due week end molto positivi per Rimini"

RiminiToday è in caricamento