menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo, si punta ai mercati in espansione

Dopo i buoni risultati ottenuti da Riviera di Rimini anche per il 2011 (dati gennaio-settembre)riparte la stagione di promozione sui mercati esteri

Dopo i buoni risultati ottenuti da Riviera di Rimini anche per il 2011 (dati gennaio-settembre), sia con riferimento al mercato italiano (+ 3,5% negli arrivi e + 2,9% nelle presenze) che straniero (+9,2% arrivi e + 8,4% presenze), riparte la stagione di promozione sui mercati esteri. Il risultato delle azioni di internazionalizzazione si può considerare davvero significativo, confermando e consolidando gli ottimi risultati ottenuti in tal senso nel 2010.

Le politiche per l’internazionalizzazione della Riviera di Rimini, avviate dalla Provincia in collaborazione con gli operatori privati e l’Aeroporto F. Fellini, stanno producendo risultati concreti e tangibili: + 36,2% nelle presenze per il mercato russo, ma ottimi risultati anche dalla Germania (+ 7,6%), positive performances dalla Francia (+ 5,2%), dalla Svizzera (+ 7,1%), dalla Polonia (+ 7,3%). Positivo anche il dato della Repubblica Ceca (+12,5%), che comincia ad essere un mercato turisticamente interessante anche in termini assoluti.

“Questo è un risultato- spiega l’assessore al Turismo della Provincia di Rimini, Fabio Galli- frutto di scelte strategiche fondate su azioni non generaliste, rivolte a target e segmenti precisi e in forte sinergia tra attori pubblici e privati: non c’è dubbio, infatti, che la competitività sui mercati esteri che, di fatto, ha consentito ottime performances nella stagione turistica 2011 della Riviera di Rimini, sia figlia della scelta strategica, fortemente voluta dal nostro sistema, dello sviluppo dello scalo riminese e della formula d’intervento pubblico-privata sperimentata in questi ultimi anni. La scelta di essere presenti sistematicamente a fiere e manifestazioni promozionali all’estero nei prossimi mesi risponde a un preciso criterio, condiviso con Comuni e associazioni di categoria, di ‘aggredire’ con determinazione mercati turistici in espansione e/o potenzialmente interessanti per la Riviera di Rimini. La vera sfida è quella relativa all’ottimizzazione e alla sinergia delle azioni, non più disperse in mille rivoli con esito non fruttuoso rispetto agli sforzi. E in questa ottica una grossa parte ce l’hanno e ce l’avranno le politiche regionali”.

Con riferimento appunto a target precisi, una citazione e un’attenzione particolare merita il dato relativo all’entroterra, quello che la Provincia di Rimini sta promuovendo attraverso il brand ‘Malatesta & Montefeltro’, che mostra risultati e un quadro ancora più positivo: un + 16,2% sul mercato estero, che vale in termini percentuali il 32,3% dell’intera domanda. Interessanti i dati ottenuti su alcuni Paesi, in controtendenza rispetto a quelli dei comuni costieri: Benelux + 9,6% (primo cliente in assoluto per l’entroterra), Paesi Scandinavi + 54%, UK + 1,7%, Russia (+ 198,2%), Francia (+ 76,3%), Germania (+22,2%). Questo dimostra, da un lato, che la diversificazione del prodotto paga e che alcuni nostri mercati di riferimento cominciano a prendere strutturalmente in considerazione un tipo di vacanza diversa da quella strettamente balneare.

In questo quadro positivo si inseriscono le azioni di promozione turistica sui mercati esteri della Riviera di Rimini programmate per la stagione 2012 che prenderanno avvio nei prossimi giorni, con particolare riferimento alle aree considerate prioritarie: Russia, Nord Europa, Be.Ne.Lux, Germania e Austria. La modalità d’intervento è quella sperimentata con successo negli ultimi anni:  sostegno alle iniziative di commercializzazione avviate sui medesimi mercati dagli operatori turistici locali, attivazione di azioni di marketing direttamente sui bacini esteri in collaborazione con  Aeroporto di Rimini, Comuni e Club di prodotto, APT e Unioni di prodotto, presenza alle fiere di settore.

In questo contesto la presenza della Riviera di Rimini alle fiere di settore (tradizionalmente strategiche per i nostri mercati di riferimento), che sarà garantita in tutti gli appuntamenti previsti nel calendario ufficiale di APT e dell’Unione di prodotto Costa, rappresenta pertanto una parte di un’attività di marketing territoriale più ampia di sostegno agli operatori privati e per il potenziamento dello scalo riminese. La presenza avverrà sia attraverso l’invio dei materiali editoriali e promozionali relativi alla nostra offerta turistica e/o attraverso la presenza di una delegazione tecnica e istituzionale.

Con riferimento ai progetti di specifici di marketing diretto previsti nel 2012, si segnala un’attenzione particolare al mercato olandese, attraverso il progetto “La Riviera in rete”, realizzato congiuntamente da Provincia di Rimini (capofila), Unione di prodotto Costa,  Comune di Rimini, Riviera di Rimini Promotion, che si articolerà nella messa in rete degli operatori olandesi e riminesi interessati a vendere ed acquistare un nuovo prodotto Riviera di Rimini, arricchito dall’offerta gastronomica, ambientale e culturale, unita ad azioni  di comunicazione e una presenza costante e diretta su quello che è oggi uno tra i mercati europei a più alta capacità turistica di spesa.

C'è anche la volontà di investire fortemente su Germania e Nord Europa (Regno Unito e Finlandia), attraverso un progetto di marketing specifico, “Mare e entroterra” attivato in partnership tra Provincia di Rimini, Unione di prodotto Costa, Comune di Riccione (capofila) e Comune di Misano Adriatico che, oltre ad azioni di comunicazione dirette su quei mercati (anche attraverso la presenza ai principali appuntamenti di settore) prevede tra l’altro un’attenzione particolare al segmento, in forte crescita, dei bus operator tedeschi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento