Turismo a gonfie vele nel riminese: boom dalla Russia

Complici le favorevoli condizioni meteorologiche, il mese di ottobre 2011 fa registrare un + 6,8% di arrivi e un + 13,7% di presenze turistiche complessive sul territorio riminese

Complici le favorevoli condizioni meteorologiche, il mese di ottobre 2011 fa registrare un + 6,8% di arrivi e un + 13,7% di presenze turistiche complessive sul territorio riminese. Particolarmente convincente il dato relativo all’entroterra che segna  un aumento del 10% degli arrivi e del 22,2% delle presenze, con un incremento notevolissimo del segmento estero (+ 27,8%). Si rafforza così il trend positivo fatto segnare dal turismo verso la fascia collinare nel 2011.

Aumentano oltre la media provinciale sia i visitatori italiani che quelli stranieri. Il periodo gennaio-ottobre nei Comuni dell’entroterra, che la Provincia di Rimini sta promuovendo attraverso il brand “Malatesta & Montefeltro”, mostra infatti un andamento e un quadro memorabili: + 20,4% in termini di presenze e + 14,2% in termini di arrivi nei 10 mesi. La quota di mercato estero sul totale arriva al 31,3%. Interessanti in particolare i dati ottenuti su alcuni mercati esteri: Benelux + 10,7% (primo cliente in assoluto per l’entroterra) rispetto al 2010, Paesi Scandinavi + 65,3%, Russia (+ 212,8%), Francia (+ 82,5%), Germania (+27,4%).

“Ci avviciniamo alla quota 200 mila presenze nell’entroterra, impensabile fino al 2009 allorché da anni non ci si schiodava dal tetto delle 100 mila presenze. Questo dimostra- dichiara l’Assessore al Turismo della Provincia di Rimini, Fabio Galli- da un lato, che la diversificazione del prodotto paga e che alcuni nostri mercati di riferimento cominciano a prendere strutturalmente in considerazione un tipo di vacanza diversa da quella strettamente balneare e, dall’altro, conferma che la direzione intrapresa dalla Provincia di Rimini, insieme a Comuni e operatori privati, nel raccontare e “vendere” un prodotto turistico autonomo, attraverso una progettualità, una comunicazione ed attività dedicate, si sta rivelando una scelta efficace.”

Complessivamente, i numeri del 2011 (gennaio-ottobre) della Provincia di Rimini evidenziano numeri rimarchevoli e ottime performances, per un dato relativo ai primi 10 mesi che segna + 5,1% negli arrivi e + 4,6 % nelle presenze totali. Il mese di ottobre, nello specifico, si chiude per la provincia di Rimini con + 6,8% negli arrivi (+ 6,4% gli stranieri) e + 13,7% nelle presenze (+ 16,4% gli stranieri).  Le presenze, al 31 ottobre 2011, toccano già quota 15 milioni 961 mila 844, ad un passo ormai dal superare la vetta delle 16 milioni di pernottamenti nei 12 mesi.

Le presenze estere agganciano il 23,3% della quota di mercato sul totale. Il mercato tedesco e quello svizzero fanno segnare rispettivamente un + 8,5% e un + 7,7%, andando ampiamente a superare- quando mancano ancora due mesi alla fine dell’anno- quota un milione di presenze. Meno bene i numeri per Benelux (- 4,2%) e Paesi Scandinavi (- 14,2%). L’incremento delle presenze russe arriva al 36,9% rispetto al 2010, riprendendosi ad ottobre la leadership straniera sul segmento tedesco (rispettivamente 727.106 contro 717.845). Per quanto riguarda la quota di mercato italiana, fissata al 76,7% del totale, numeri in crescita per i turisti lombardi (+ 5%), piemontesi (+ 6,7%), veneti (+ 4,4%) e emiliano romagnoli (+ 2,7%).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento