Economia Riccione

Turismo sportivo in forte crescita: a Riccione 245 mila presenze e 12 milioni di fatturato alberghiero

La Perla Verde analizza i dati del 2021 che hanno portato alla città un indotto di 30 milioni e guarda con molto ottimismo alla stagione in corso

In sette mesi, 20 eventi sportivi nazionali e internazionali, oltre 245 mila presenze per un fatturato alberghiero di oltre 12 milioni di euro e un giro d'affari stimato per la città di Riccione di almeno 30 milioni di euro. Questi i numeri del primo report sugli eventi sportivi della città di Riccione, nato dalla collaborazione dell'amministrazione del Comune di Riccione, Promhotels, Consorzio Riccione Sport, Ride Riccione Week e Università di Bologna.  Lo scorso anno, ancora pesantemente segnato dalle restrizioni Covid, si sono tenuti a Riccione 20 eventi sportivi di richiamo nazionale e internazionale. Tali eventi si sono concentrati nei mesi di marzo, aprile, maggio e giugno, per poi riprende in settembre, ottobre e novembre. La calendarizzazione degli eventi ha garantito un costante afflusso alla città e alle strutture alberghiere nei mesi che precedono la stagione estiva e quella natalizia. Il turismo sportivo e la collaborazione delle Federazioni sportive Italiane Coni si confermano come elementi fondamentali per una  vincente destagionalizzazione, arrivando così a coprire 12 mesi l'anno di in-coming. Nel 2021, Riccione ha visto la presenza di 26.600 atleti; 55.328 accompagnatori. Il totale delle presenze è stato di 245.784 (atleti + accompagnatori per tre notti di permanenza), con un fatturato alberghiero di 12 milioni di euro e un indotto sul territorio di 30 milioni di euro.

"Mettere a sistema le varie esperienze ed elaborare una proiezione che ci permetta di quantificare l'azione d'investimento, pubblico e privato, di comunicazione e quindi di ricaduta sul tessuto economico del territorio, è fondamentale per adottare scelte strategiche per il futuro della nostra città - spiega il sindaco di Riccione, Renata Tosi -. Quindi la collaborazione tra amministrazione, gli imprenditori del Consorzio Riccione Sport, Promhotels e l'Università ha avuto questo obiettivo importantissimo. Oggi, le scelte di politica economica, che per noi rappresentano l'investimento della tassa di soggiorno a sostegno del comparto turistico, devono essere lucide e precise. Lo sport è oggi un investimento sicuro, che produce presenze di qualità, che stimola ed educa i giovani a comportamenti corretti. Riccione guarda al futuro dello sport anche con grandi progetti per nuove infrastrutture che potranno essere finanziate dal Pnrr arricchendo il nostro patrimonio immobiliare dedicato e specializzato. In questa sede vorrei ringraziare tutte le Federazioni sportive e il Coni che da sempre hanno dimostrato profonda amicizia nei confronti della nostra città".

"Per il 2022 abbiamo già un ricco calendario di eventi che via via si sta arricchendo di nuovi appuntamenti come quello del Judo European Open dal 10 -11 settembre, manifestazione di livello internazionale, per cui l'accordo è stato raggiunto dopo la recente visita a Roma - aggiunge l'assessore al Turismo e Sport, Stefano Caldari -. Già dal 22 al 26 marzo è in programma la ventiquattresima settimana internazionale "Coppi e Bartali" con il patrocinio del Comune di Riccione, sempre in marzo lo Stage UISP nazionali di arti marziali, il 10 aprile si terrà la Giornata del ciclismo giovanile Riccione sempre con il nostro patrocinio e quindi i tornei internazionali giovanili di calcio kommit mit 2022. L'impegno dell'amministrazione per rafforzare il segmento del turismo sportivo è costante perché negli anni ha premiato la nostra città con grandi soddisfazioni, presenze e qualità, portando benefici a tutto il comparto". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo sportivo in forte crescita: a Riccione 245 mila presenze e 12 milioni di fatturato alberghiero
RiminiToday è in caricamento