Un’impresa su tre è artigiana, volano i settori delle costruzioni e dei servizi alla persona

I dati della Camera di Commercio indicano anche in crescita le imprese del comparto alloggio e ristorazione

Nel territorio delle province di Forlì-Cesena e Rimini, un’impresa su tre è artigiana; nei settori delle costruzioni e dei servizi alla persona (lavanderie, acconciatori, centri benessere) 8 su 10; nelle attività manifatturiere e nei trasporti 7 su 10. nel 2019, stabili le attività artigiane nel settore dei servizi alla persona; in crescita le imprese del comparto alloggio e ristorazione. In aumento le società di capitale. “I dati elaborati dal nostro Ufficio Informazione economica confermano la rilevanza, la diffusione e la centralità dell’Artigianato nel sistema territoriale. Settore che rappresenta un terzo delle imprese totali, con tutto ciò che significa, in termini positivi, per la nostra economia e per il nostro patrimonio di competenze. – dichiara Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di commercio della Romagna – Il valore del settore, infatti, è rappresentato anche, e soprattutto, dalle capacità professionali, dalla creatività e manualità degli imprenditori e dei loro collaboratori, che fanno dell’artigianato, con le sue specializzazioni, un’eccellenza mondiale. Il settore tiene, ma risente dell’andamento congiunturale e occorre prestare particolare attenzione alle ripercussioni che potrebbero arrivare, come conseguenza sui mercati, dalla “brexit” e dall’ulteriore rallentamento causato dall’emergenza sanitaria mondiale in atto. Compito e impegno della Camera di commercio della Romagna, sono anche quelli di stimolare e sensibilizzare le imprese a un cambio di mentalità e di prospettiva, in particolare adottando tecnologie digitali, in grado di evolvere le competenze tradizionali in competenze innovative e innescare fattori di competitività e di crescita importanti.”

Secondo le elaborazioni dell’Ufficio Informazione Economica della Camera di commercio della Romagna, su dati Infocamere, la dinamica anagrafica delle imprese artigiane, nell’anno 2019 evidenzia, nel territorio Romagna (Forlì-Cesena e Rimini), 1.422 iscrizioni e 1.613 cessazioni (al netto delle cancellazioni d’ufficio), con un saldo pertanto negativo di 191 unità. I flussi di iscrizioni e cessazioni (e il relativo saldo) sono sovrapponibili a quelli registrati nel 2018. Il tasso di crescita annuale delle imprese artigiane registrate è pari al -0,88% (-0,84% Emilia-Romagna, -0,58% Italia), analogamente a quello del 2018. Al 31 dicembre 2019, le imprese artigiane attive sono 21.440, in diminuzione dello 0,9% rispetto al 2018, dato complessivamente in linea con la dinamica regionale (-1,1%) e nazionale (-1,0%). Le imprese artigiane attive rappresentano circa un terzo (il 30,3%) del totale delle imprese attive, a fronte del 31,4% della regione e al 25,1% dell’Italia.

Con riferimento ai settori di attività, rispetto al totale delle imprese attive, quelle del settore Costruzioni rappresentano il 39,1%, in flessione dello 0,5%; il 20,7% operano nel settore Manifatturiero (-2,0%), il 13,1% in “Altre attività di servizi” (-0,2%), l’8,0% nel Trasporto e magazzinaggio (-3,7%). Il settore “Altre attività di servizi” comprende iniziative imprenditoriali prevalentemente rivolte alla persona (acconciatori, lavanderie, centri benessere) e si caratterizza per l’elevata intensità artigiana (l’84,9% delle imprese del settore è artigiana). Le ditte individuali, che rappresentano la maggioranza delle forme giuridiche artigiane (il 72,3%), sono in flessione dello 0,9%. Le società di capitale sono in aumento del 5,6% e costituiscono il 7,0% delle imprese artigiane.

Al 31 dicembre 2019 in provincia di Rimini sono presenti 9.539 imprese artigiane attive, in flessione dell’1,0% rispetto al medesimo periodo del 2018 (-1,1% in regione, -1,0% a livello nazionale). L’artigianato rappresenta in provincia il 28,0% delle imprese attive totali, a fronte del 31,4% dell’Emilia-Romagna e al 25,1% nazionale. Con riferimento ai settori di attività economica, le imprese artigiane delle Costruzioni rappresentano il 40,2% del totale e sono in flessione dell’1,1%; il 19,6% operano in quello Manifatturiero (-2,1% la dinamica), il 12,9% nelle “Altre attività di servizi” (+0,6%), che comprende iniziative imprenditoriali prevalentemente rivolte alla persona (acconciatori, lavanderie, centri benessere) e si caratterizza per l’elevata intensità artigiana (l’82,8% delle imprese del settore è artigiana). In flessione (-3,0%) le imprese artigiane nel settore “Trasporto e magazzinaggio” (pari al 7,4% del totale); crescono invece le attività artigiane collegate al turismo (Alloggio e ristorazione: incidenza 5,9%, +2,0% la dinamica tendenziale).

Con riferimento alle aggregazioni territoriali della provincia di Rimini, la maggioranza delle imprese artigiane si ritrova nei Comuni marittimi (dove quello di Rimini è prevalente con il 38,0% del totale delle imprese artigiane, in flessione dell’1,1%), mentre la loro intensità (numero imprese artigiane sul totale delle imprese attive) è superiore alla media nelle vallate (Valconca, Valmarecchia e area del Basso Conca), che costituiscono il 37,0% del totale dell’artigianato provinciale. Nell’area del Basso Conca 3 imprese su 10 sono artigiane, in diminuzione dell’1,2% rispetto al 3112/2018; nellla Valconca 4 imprese su 10 sono artigiane, in aumento dello 0,9% rispetto al 31/12/2018 (da evidenziare la dinamica in controtendenza); in Valmarecchia 4 imprese su 10 sono artigiane, in flessione dell’1,5%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In generale, nelle aree collinari (dove si concentra l 21,9% delle imprese artigiane) l’intensità dell’artigianato è superiore alla media provinciale (35,7% contro 28,0%) e la dinamica imprenditoriale appare stabile negli ultimi 12 mesi (+0,1%). Le ditte individuali, che rappresentano la maggioranza delle forme giuridiche artigiane (il 72,9%), sono in flessione dell’1,2%. Le società di capitale sono invece in aumento del 5,0%, con una dinamica sovrapponibile a quella degli altri territori di riferimento (Emilia-Romagna e Italia) e costituiscono il 7,1% delle imprese artigiane provinciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Col monopattino elettrico in A14, bloccato dalla polizia in autostrada

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento